Menu
 

San Marco in Lamis, un passo in avanti con la riduzione dell'ecotassa

ecotassabanconote

Dai dati forniti dalla Regione Puglia, il nostro Comune ha avuto un riconoscimento positivo, minimo ma incoraggiante: vale a dire la riduzione dell'ecotassa di circa tre euro a tonnellata relativa al periodo che va dal 1 settembre 2016 al 31 agosto 2017, con una media percentuale di raccolta differenziata di circa il 38%.

La Raccolta Differenziata, che mai in precedenza aveva raggiunto percentuali intorno o superiore al 50%, il prossimo anno ci porterà ad un'ulteriore riduzione sull'ecotassa, più sostanziale per le tasche dei sammarchesi.

Come amministratori siamo entusiasti di questo piccolo traguardo raggiunto e ci impegneremo ancor più per raggiungerne altri più importanti. Il primo riconoscimento economico è frutto del lavoro compiuto dall'amministrazione comunale in sinergia con gli operatori ecologici dell'”Edilverde” e soprattutto grazie alla collaborazione dei cittadini di San Marco in Lamis.

Non bisogna però abbassare la guardia, tutt’altro. Da qui le azioni incisive messe in campo in questi mesi - l'installazione delle fototrappole, la presenza e l'operatività dei vigili ecologici sul territorio, l'organizzazione di isole ecologiche nelle scuole, presso il cimitero e nei condomini – che, ci auguriamo, ci permetteranno al più presto di raggiungere l’obiettivo del 65%.

Vi informiamo inoltre che a breve verranno installate sul territorio due isole ecologiche dove il cittadino, con la propria tessera sanitaria/identificativa, potrà conferire i rifiuti differenziati in qualsiasi ora della giornata; inoltre, nel prossimo Consiglio comunale del 16 novembre, si discuterà della delibera per la realizzazione di un Ecocentro in via Amendola.

Continuiamo così, non disperdiamo energie e risorse, mettiamoci cuore, passione e impegno, sforziamoci non buttiamo all’aria quanto di buono, tutti insieme, stiamo costruendo. Una città più pulita è una città che guarda al futuro con ambizione. San Marco può e deve diventare un comune riciclone, lo dobbiamo a noi e ai nostri figli.

Assessorato all’Ambiente
Angelo IANZANO

Torna in alto
Best gambling websites website