Menu
 

San Marco in Lamis, Udc: "Tutto va bene, madama la marchesa!"

UdcÈ disarmante il candore con cui l’assessore ai lavori pubblici si arrampica sugli specchi per giustificare la mancata partecipazione a bandi per i finanziamenti alle scuole: cosa volete che sia, si tratta solo di qualche inconveniente, di cui naturalmente è responsabile il destino cinico e baro.

Viene in mente la storiella del servitore che rassicura telefonicamente la sua padrona assente e dice: “A parte qualche piccolo incidente (incendio del palazzo, morte del cavallo, suicidio del marito, ecc.), tutto va bene, madama la marchesa”.

Al Comune sono presi dalle palle di Natale e dalle locandine di eventi, per i quali l’amministrazione non ha merito e, a parte qualche errore tipografico, tutto va bene, cari concittadini.

E vediamoli alcuni di questi piccoli inconvenienti:

-I vigili urbani da oltre due mesi sono senza macchina e perciò nessuna attività possono svolgere sul territorio, né a piedi e né a cavallo (pur nei limiti dei numeri rimasti!);

-i commercianti sono esasperati per la mancanza di una pur minima sensibilità nei loro confronti, stante anche il fatto che nessuno si cura del settore (e noi non comprendiamo chi abbia realmente la delega!);

-non partecipano ai bandi per le scuole perché non hanno verificato la vulnerabilità sismica degli edifici: eppure il gruppo consiliare UDC con una interrogazione del 3 novembre 2016 lo aveva annunciato tale obbligo per i bandi a venire (evidentemente nessuno l’ha letta perché nessuna risposta vi è mai stata!);

-la sicurezza degli edifici scolastici sarebbe affidata, secondo loro, ai dirigenti delle scuole primarie invitati a rivolgersi alla Provincia perché nessuna responsabilità sarebbe in capo all’Ufficio Comunale in materia di misure antisismiche;

-non possono fare la gara per la fornitura del gas ai servizi pubblici (scuole, ecc.) perché solo ora scoprono che bisogna volturare gli impianti: eppure il gruppo consiliare UDC con una interrogazione del 3 novembre 2016 aveva ricordato che il contratto era scaduto e da allora ad oggi niente si è fatto per procedere all’evidenza pubblica (evidentemente nessuno l’ha letta perché nessuna risposta vi è mai stata!);

-il mezzo spazzaneve è fermo per riparazioni che potevano effettuare in proprio i volontari della protezione civile (bastava comprare solo il pezzo di ricambio!), ed invece è stato affidato all’esterno e non si comprende quanto costerà e quando sarà riconsegnato;

-i documenti contabili (bilanci e variazioni) presentano gravi errori di valutazione (?) tant’è che si aumentano sia la spesa per il pagamento degli attuali amministratori che quella del pagamento per il conferimento dei rifiuti (alla faccia della differenziata!);

-all’asilo nido hanno fatto la corsa per le assunzioni non facendo rispettare l’obbligo, pure previsto, di salvaguardare il posto alle storiche lavoratrici (meno male che la Regione Puglia ha tirato le orecchie agli amministratori locali e ha chiesto la riassunzione di chi ne aveva diritto!);

-le strisce pedonali sono inesistenti, i semafori e gli specchi sono rotti, cani randagi, fontana spenta, strade chiuse e spazi pubblici ridotti per interessi privati, mercato settimanale sempre più caotico, Borgo Celano abbandonato, parcheggi selvaggi anche sui marciapiedi, insicurezza e senso di impotenza tra i cittadini, ecc. ecc. ecc.

Ma, tutto va bene, madama la marchese!

UDC San Marco in Lamis

Torna in alto
Best gambling websites website