Menu
 

DUC, l'affondo di Nicola Potenza: «Troppo silenzio e poca condivisione»

Nicola PotenzaAncora una volta la concertazione si ferma davanti al portone di Palazzo Badiale e le problematiche del nostro paese vengono affrontate a colpi di delibere di Giunta Comunale, mai discusse ed argomentate.

Dopo la mancata partecipazione dei cittadini nella stesura del DPRU (Documento Programmatico per la Rigenerazione Urbana - NdR), come d’altronde si evince dal numero esiguo dei Sammarchesi che hanno preso parte ai due fallimentari incontri organizzati sull’argomento dall’Amministrazione Comunale, la stessa cosa sta avvenendo per la stesura del DUC (Distretto Urbano del Commercio - NdR).

Mentre le forze di minoranza, i cittadini, i commercianti non chiedono altro che un confronto e una maggiore condivisione sulla pianificazione futura (se mai esista!) circa la risoluzione di almeno uno dei mille problemi che attanagliano il nostro paese, la Giunta Comunale approva degli atti importanti per la vita sociale ed economica della nostra Città, senza mai aver chiesto un parere ed un’opinione a nessuno.

Ed oggi scopriamo che addirittura il “Documento strategico del Commercio del Comune di San Marco in Lamis” è attualmente in fase di redazione da parte della Confcommercio di Foggia!

Non era forse più produttivo attivarsi in tempo utile con delle riunioni ed incontri a tema con i commercianti, con gli operatori del settore, con la società civile, con tutte le forze politiche, già a partire dal mese di giugno, dopo la firma del protocollo di intesa con la Regione Puglia, per individuare le priorità e solo dopo affidarne la sua redazione?!?!

Ancora una volta ci troveremo in Consiglio Comunale ad approvare, come avvenuto con il DPRU, un documento chiuso, immodificabile, solamente per rispettare i tempi imposti dalla Regione. Quello che si è fatto in questi quasi due anni, d’altra parte, non è stato altro che rincorrere scadenze su scadenze, sempre con il fiato sul collo. Sempre nell’ultimo giorno utile. E a discapito certamente della qualità del prodotto finale presentato.

Non abbiamo mai visto una vera programmazione, una reale pianificazione amministrativa.

Nella scelta del partner per la condivisione del DUC, come mai non si è data una continuità istituzionale e progettuale con San Giovanni Rotondo e Rignano Garganico dopo il progetto candidato per il bando di rigenerazione urbana? Come mai non si è mai informato il Consiglio Comunale dell’argomento?

Come intendono discuterlo in commissione commercio, vista che la stessa ha perso di validità istituzionale a seguito delle mie dimissioni e che a tutt’oggi non si è mai proceduto a nominare i nuovi componenti in barba al regolamento? Ed ora si pretende che il Consiglio Comunale, in appena un mese, approvi tutti gli atti propedeutici per il DUC, senza averli mai approfonditi nelle sedi opportune.

E come dice l’Assessore al ramo: non va sottaciuto che il Comune è privo di Regolamento comunale sul commercio. Ed io aggiungo: non va sottaciuto che nessuna bozza è attualmente in discussione.

Nicola POTENZA
San Marco nel Cuore

Torna in alto
Best gambling websites website