Mercoledì, Aprile 16, 2014
   
TEXT_SIZE

Rignano Garganico, tre ragazzi feriti da un petardo: uno ha perso la mano, l'altro rischia l'occhio

Lo avevano trovato per strada, inesploso

Aumenta la conta dei feriti per i botti di fine anno. A Rignano Garganico tre ragazzini, due di otto anni ed uno di undici, sono ricoverati in gravi condizioni all'ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo.

Ad uno dei bimbi i sanitari sono stati costretti ad amputargli uno mano, mentre al più grande dei tre i medici stanno facendo il possibile per salvargli l'occhio gravemente lesionato a seguito dell'esplosione di un petardo. Del caso se ne stanno occupando i carabinieri del centro Garganico. L'incidente, secondo la ricostruzione, è avvenuto verso mezzogiorno.

I tre ragazzini hanno trovato in paese un grosso petardo inesploso. Hanno tentato di riaccenderlo ma il fuoco d'artificio si è innescato prima del previsto. La deflagrazione ha investito in pieno le tre giovanissime vittime. Alcuni passanti hanno allertato immediatamente i soccorsi. Prima sono stati trasportati al locale pronto soccorso ma, vista la gravità delle condizioni, i medici ne hanno disposto il trasferimento all'ospedale del paese caro a San Pio. Dopo essere stati sottoposti a delicati interventi chirurgici, i sanitari sono stati costretti ad amputare la mano ad un ragazzino di otto anni; l'altro della stessa età ha subito gravissime lesioni al volto e ad un arto. Più pericoloso il quadro clinico del terzo bambino, quello di 11 anni, che rischia di perdere l'occhio. Per i tre la prognosi è rispettivamente di 40, 50 e 60 giorni. Sotto choc l'intera comunità Garganica.

Tatiana Bellizzi
www.ilmattinodifoggia.it

 



The comment section is restricted to members only.
Condividi

Ricerca personalizzata

Chi è online

 295 visitatori online
Banner