Rignano Garganico, il Comune citato a pagare un antico debito

Print Friendly, PDF & Email

Forse per la prima volta il Comune di Rignano Garganico è tenuto a pagare un debito fuori bilancio.

Tanto in virtù della sentenza  esecutiva, così come recita alla lettera “A” l’art. 194 del Decreto Legislativo n. 267 /2000, alias Testo Unico per gli Enti Locali. Precisamente si tratta del provvedimento  n. 94 /17 emesso dal Giudice di Pace di Foggia. A beneficiarne sarà la Ditta Bollicine. Sembra come un fulmine a caduto a ciel sereno. Nessuno conosce la attore, né di quale vicenda si tratta e soprattutto quando si sia consumata la illegittimità. L’unica certezza è che l’Amministrazione Comunale in carica, guidata dal sindaco Luigi Di Fiore , ne è completamente estranea, essendo il giudizio emesso soltanto nel 2017, ossia quando la stessa non era ancora in carica. Comunque sia, se ne sarà di più tra qualche giorno, allorché sarà espletata la riunione del Consiglio Comunale, convocato il giorno 29 novembre, alle ore 18.00, presso la Sala consiliare del Municipio, per la discussione e deliberazione sull’accapo succitato e la discussione del primo punto che, come al solito, contempla gli argomenti: Comunicazioni, interpellanze, interrogazioni. Va da sé che, in caso di diserzione dei lavori, la riunione sarà spostata al giorno successivo alla stessa ora e luogo.

Antonio Del Vecchio