M5S propone obbligo di trasmettere consiglio comunale in streaming. Coco torna alla carica

Print Friendly, PDF & Email

San Marco in Lamis non brilla certo per trasparenza. Tant’è che resta uno dei pochi Comuni a non trasmettere in streaming le sedute del Consiglio comunale. E questo nonostante il recente restyling del sito web di Piazza Municipio. Viviamo in un’era di disamore per la politica e avere accesso alle sedute della massima assise cittadina potrebbe riavvicinare molte persone alla Cosa Pubblica. O è proprio questo che preoccupa la nostra classe dirigente?  “A pensar male si fa peccato. Ma spesso ci si azzecca”.

A tornare sulla questione “streaming” è il consigliere comunale del Movimento 5 Stelle Leonardo Coco: “Dalla prima seduta di insediamento del Consiglio Comunale abbiamo richiesto la trasmissione in streaming delle sedute, reiterata ad ogni successivo consesso e formalizzata con una proposta scritta presentata in data 20 ottobre 2016.

Finalmente – fa sapere Coco -, grazie alla senatrice Daniela Donno (M5S), arriva una proposta di modifica dell’art. 38 del TUOEL per l’introduzione dell’obbligatorietà della trasmissione in streaming dei Consigli comunali.

Speriamo che il Sindaco ed il Presidente del Consiglio, approvata la norma, provvedano finalmente all’installazione dell’impianto di registrazione video.

Infatti, la proposta prevede l’obbligo per comuni e province di effettuare la registrazione integrale audio e video delle sedute pubbliche del consiglio, trasmettendola in diretta streaming sul proprio sito web istituzionale e garantendone la visualizzazione e la fruizione sul sito medesimo..

Finalmente i cittadini sammarchesi potranno seguire i lavori del consiglio comunale”, conclude il pentastellato Leonardo Coco.