La “norma Fraccaro” diventa strutturale, 500 milioni di euro ai Comuni

Print Friendly, PDF & Email

On. Faro: «Rivolgo un invito ai sindaci ad adoperarsi per non sprecare questa opportunità»

Nella manovra c’è un’importante novità: la “norma Fraccaro”, che stanzia 500 milioni di euro a favore di tutti i Comuni, diventa strutturale. È previsto lo stanziamento di 500 milioni di euro per realizzare opere pubbliche in materia di efficientamento energetico e sviluppo sostenibile. Tutti i Comuni, in base al numero di abitanti, riceveranno da un minimo di 50mila euro ad un massimo di 250mila euro che potranno essere subito spesi. In questo modo, il Governo stima che potranno essere aperti “almeno 8mila cantieri in tutto il Paese”.

Sono finanziabili progetti per dotare le città di impianti per il risparmio energetico e la produzione di energia da fonti rinnovabili, inoltre, le risorse potranno essere impiegate per mettere in sicurezza strade, scuole, edifici pubblici, si potranno rimuovere le barriere architettoniche e realizzare progetti di mobilità sostenibile.

«La decisione di rendere strutturale la norma è un atto estremamente positivo, che da certezze economiche ai Comuni – dichiara l’On. Marialuisa Faro. Con questa norma si può dare un nuovo impulso economico, favorendo sviluppo sostenibile, infrastrutture utili e tutela ambientale. Rivolgo un invito ai sindaci, ad adoperarsi per non sprecare questa opportunità e realizzare quindi le opere utili agli abitanti e alle imprese del territorio. Invito inoltre i cittadini a chiedere alle proprie amministrazioni, quali siano le opere di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile previste per le proprie città», conclude l’On. Marialuisa Faro.