Emergenza CORONAVIRUS, ecco il “Restiamo a casa” del sindaco di Rignano

Print Friendly, PDF & Email

Inarrestabile l’apporto informativo contro il coronavirus del giovane e onnipresente sindaco, Luigi Di Fiore (nella foto con il premier Conte, a Rignano Garganico.

Lo fa con i suoi ‘bollettini’ precisi e puntuali, pubblicati ad horas, sul suo profilo Facebook, sciorinando consigli e disposizioni a dritta e a manca, senza tralasciare alcunché, che renda edotti i propri cittadini sia sul fronte della comprensione sia soprattutto su quello del comportamento e della responsabilità.

Di seguito, quello pubblicato stamattina: «Cari Rignanesi, giunge al termine la prima settimana che ci ha messo di fronte ad una situazione che mai avremmo potuto immaginare. In questi giorni, nel rispetto delle norme emesse dal Presidente del Consiglio dei Ministri e dal Presidente della Regione, l’Amministrazione ha emesso una serie di provvedimenti e iniziative per limitare il più possibile la circolazione di persone all’interno del paese.

Ad esempio: sanificazione del plesso scolastico San Giovanni Bosco e della Casa Comunale; – sospensione del mercato settimanale del lunedì; chiusura del cimitero comunale, salvo le attività indifferibili (speriamo non ce ne siano); chiusura degli uffici comunali, salvo per atti urgenti e previo appuntamento telefonico; distribuzione presso l’ingresso del Comune e della sede della Protezione Civile delle auto-dichiarazioni per la circolazione all’interno e all’esterno del centro abitato (sia in macchina che a piedi) e solo per necessità, salute o lavoro; attivazione del servizio di consegna di spesa e farmaci a domicilio per anziani e diversamente abili; attivazione del Centro Operativo Comunale (C.O.C) per attività di prevenzione, informazione e supporto alla popolazione (insieme e grazie ai ragazzi dell’associazione di Protezione Civile e ai dipendenti comunali, al quale va il mio più sentito ringraziamento).

Solo per citare quelle di maggiore rilievo. Inoltre, nei giorni prossimi, eseguiremo la sanificazione e disinfezione delle strade e dei luoghi sensibili nel centro abitato e continueremo, grazie alle Forze dell’Ordine a cui chiederò di intensificare ancor di più i controlli, la vigilanza sul rispetto del divieto di circolazione per futili motivi (sono già scattate le denunce per i primi trasgressori).

Sono giorni difficili e colmi di preoccupazioni e ansie, dobbiamo resistere e continuare, così come stiamo facendo quasi tutti, a rispettare le indicazioni e consigli degli esperti, per il bene nostro, dei nostri cari e amici. Siamo un popolo civile, cosciente dei rischi a cui si va incontro e mai dobbiamo pensare che a Rignano non possano esserci altri casi di contagio. MAI. Tutti insieme, con responsabilità e abnegazione, ce la faremo. Buon proseguimento di giornata!»

Sempre attivi ed imperdibili gli interventi dei Volontari dell’associazione della Protezione Civile di Rignano Garganico, guidati da Gabriele Nido, che continuano ad andare casa per casa, per consegnare i volantini e le merci richieste dagli anziani e dagli utenti più deboli. (AntDV)