Flash mob per la festa patronale del 25 aprile: “Uniti nella speranza”

Print Friendly, PDF & Email

di Antonio Daniele

Entra nel vivo la festa patronale di S. Marco evangelista. Quest’anno il nostro animo è turbato dai lutti e sofferenze che tanti di noi vivono in famiglia a causa del coronavirus.

Fin dagli inizi, la festa del Santo patrono si è caratterizzata per il suo essere festa di popolo. Oggi non ci è permesso di incontrarci per un rispetto morale e civico secondo le disposizioni del decreto ministeriale.

Ma la lontananza non ci deve impedire di essere popolo che si stringe al proprio Santo patrono per una preghiera di intercessione a Dio Padre. Lo faremo attraverso la novena che si sta svolgendo in questi giorni, la catechesi sul Vangelo di Marco e la celebrazione eucaristica, a porte chiuse, di sabato 25 alle ore 11.00.

Anche gli appuntamenti esterni si vivranno in altre vesti: un flash mob di Ciro Iannacone dalle ore 18.00 alle ore 20.00 sui tanti artisti della città e la consegna del Premio Segno di Speranza alle ore 20.00 alla giovanissima Lucia Ruggieri.

Appuntamenti che saranno trasmessi sulla pagina Facebook del comitato festa e della comunità. L’invito a vivere con fiducia e speranza questo tempo, rispettando le normative che ci sono state date e continuando a rimanere a casa per lottare tutti insieme.