San Giovanni Rotondo, presentato il nuovo regolamento di Polizia Urbana

Print Friendly, PDF & Email

Si è svolto stamattina presso la Sala Consiliare un incontro per la presentazione del nuovo regolamento di Polizia Urbana che si ispira al Decreto Legge Minniti n. 14 del 2017, avente come sottotitolo “La città tranquilla”: oltre a combattere l’abusivismo e l’accattonaggio, si prefigge di garantire la sicurezza, l’ordine pubblico, la quiete e la tranquillità di ogni cittadino della comunità. Questo regolamento che andrà a sostituire il vecchio, ancora vigente e approvato in Consiglio Comunale nel lontano 1976, punterà ad assicurare al massimo la tutela della sicurezza urbana e della convivenza civile.

All’incontro hanno partecipato il sindaco, gli Assessori, i consiglieri comunali, le associazioni culturali, Assoalbergatori, la Protezione Civile, Dirigenti degli istituti scolastici, i Carabinieri, la Polizia Locale, padre Francesco Dileo (rettore del santuario di Santa Maria delle Grazie e della chiesa di San Pio da Pietrelcina) e Casa Sollievo della Sofferenza nella persona di Luigi Mauro, Dirigente Risorse Umane e Organizzazione.

La bozza del regolamento è stata presentata dal Comandante della Polizia Locale Antonio Acquaviva che ne ha elencato tutte le novità, spiegando che la nuova disciplina sarà finalizzata a promuovere il rispetto, sia da parte dei cittadini che dei turisti, dei beni comuni, degli spazi pubblici, delle regole commerciali e del decoro. L’incontro proficuo ha visto la compartecipazione, il dialogo e il confronto tra tutti gli attori sociali presenti alla riunione che sono intervenuti dando suggerimenti ed esprimendo le proprie idee a proposito del nuovo regolamento che offrirà maggiori possibilità di azione e nuovi strumenti di intervento in capo alla Polizia Locale.

“Nella nostra città, unica al mondo per avere un ospedale come Casa Sollievo della Sofferenza collocato accanto al convento dei frati cappuccini in cui è custodito il corpo di San Pio, è importante ripristinare delle regole per i pellegrini e i turisti che giungono qui da ogni parte del mondo. Così finalmente ci doteremo di uno strumento aggiornato alle recenti normative e che sarà in grado di far diminuire se non eliminare del tutto, questo è l’auspicio, fenomeni quali l’abusivismo e l’accattonaggio con un’efficace lotta a tutte le devianze che si riscontrano nel nostro territorio. Un passo in più verso la città normale per una sana convivenza nella nostra San Giovanni Rotondo” ha dichiarato il sindaco Michele Crisetti.