Ondata di gelo in Capitanata, l’impegno del consigliere regionale Sergio Clemente

Print Friendly, PDF & Email

“Il gelo della scorsa notte ha distrutto in Capitanata e in altre zone della Puglia intere produzioni di futteti, vigneti e in parte anche di oliveti già fioriti. Mi sto già attivando con l’assessore all’Agricoltura Donato Pentassuglia affinché sia avviata la procedura di delimitazione del territorio colpito con le giuste perimetrazioni e l’accertamento dei danni al fine di predisporre la declaratoria di eccezionalità dell’evento con i competenti uffici regionali. Come indicano le associazioni agricole è necessario, che oltre agli sgravi per chi subisce danni per il 30% del totale delle produzioni, possa essere previsto nel Psr un fondo che svincoli gli agricoltori dai rischi dei premi assicurativi in modo che si possano ridurre le franchigie. Il riconoscimento dello stato di calamità naturale è utile ad attivare i risarcimenti in tempi rapidi. Le gelate, con i cambiamenti climatici, non sono più un accidente di percorso del rischio di impresa di un agricoltore, ma la regola di stagioni impazzite. La politica e le amministrazioni pubbliche devono adeguarsi ad uno stato di cose sempre più precario per chi si prende cura del nostro paesaggio e sceglie di produrre cibo di qualità”.

A dichiararlo il consigliere regionale dei POPOLARI PER EMILIANO Sergio Clemente, Componente della Commissione IV (Sviluppo economico – Agricoltura) e della Commissione VI (Politiche comunitarie – Lavoro – Formazione professionale).