Il DDuMstudio vince la X edizione del Premio NEWITALIANBLOOD

Print Friendly, PDF & Email

Per la sezione PAESAGGIO & SPAZIO PUBBLICO.

Sono gli stessi componenti (Giulio Mandrillo, Chiara e Laura Pirro) a darne notizia tramite questa nota.

La mostra e la presentazione dei 10 gruppi vincitori si è tenuta venerdì 9 novembre alle 10,30 presso l’aula O dell’Università di Salerno, facoltà di ingegneria, ospiti del prof. Roberto Gerundo, congiuntamente alla presenza del direttore generale del Nib, Luigi Centola, e a Claudia Landi e Gerardo Sassano, direttori di Nib Paesaggio.

Quest’anno per la decima edizione del premio giunge al Nib Newitalianblood la Medaglia del Presidente della Repubblica e l’inserimento nell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale. Luigi Centola, direttore del Nib, durante la premiazione ha anche annunciato l’incontro e la festa dei 10 anni del premio il 2 marzo dalle 10,00 alle 18,00 al Museo MACRO di Roma.

DDuMstudio ha presentato la ricerca di concorsi, progetti realizzati e in progress degli ultimi anni dando una chiave di lettura al rapporto che lega lo spazio pubblico con l’arte urbana, lo spazio rurale con lo spazio domestico. All’interno della presentazione dei propri progetti, ampio spazio è stato dato all’importanza del recupero del paesaggio quale elemento di rigenerazione urbana unitamente alla riattivazione delle comunità quali protagoniste di un processo virtuoso che lega l’uomo al paesaggio e viceversa. Alla fine delle presentazioni si è tenuto un Workshop di confronto e riflessione sull’approccio teorico-pratico emerso dai lavori e sullo stato della nuova architettura italiana.

Oltre a DDuMstudio, nella rosa dei vincitori under 36, tutti progettisti nati tra l’81 e il 91: Bottega di Architettura – Ecòl –Fabulism – Land Escape Studio – Giusy Manfredi – Office X – Plant Studio – Re: Landscape – Martina Secchi. Studi che lavorano tra Italia ed estero portando avanti le proprie indagini culturali e sperimentazioni progettuali in piena consapevolezza del proprio ruolo nella complessità della società attuale.