Evento formativo: «Le nuove frontiere della responsabilità sanitaria “la legge Gelli-Bianco”: novita’ giurisprudenziali nel settore sanitario»

Print Friendly, PDF & Email

La legge 8 marzo 2017 n. 24 recante “Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie”, pubblicata in Gazzetta Ufficiale, serie Generale, n. 64 del 17 marzo 2017, ed entrata in vigore giorno 1 aprile 2017, interviene dopo poco più di quattro anni dall’approvazione della legge n. 189/2012 (la c.d. legge Balduzzi), tentando di superarne le criticità emerse nella concreta applicazione giurisprudenziale, puntualmente sottolineate da attenta Dottrina, con l’ambizione di fornire una risposta più esaustiva al contemperamento degli interessi immanenti alla materia: il diritto alla salute, la tutela della dignità professionale e personale dell’esercente la professione sanitaria, il contrasto alla medicina difensiva ed all’incremento della spesa pubblica in materia sanitaria. La legge Gelli – Bianco contiene norme che attingono tanto alla responsabilità penale quanto a quella civile, quanto ad aspetti in senso lato amministrativi, segnatamente al settore assicurativo.

L’evento si pone l’obiettivo di presentare ai partecipanti i diversi aspetti della responsabilità sanitaria, in termini di opportunità, criticità e prospettive di tale normativa, sulla scorta degli insegnamenti giurisprudenziali e dottrinali e le indicazioni ricevute dal settore medico e assicurativo, ha operato una vera e propria inversione culturale tra logica del danno e logica della prevenzione, con l’obiettivo di trasformare il modello litigioso della responsabilità medica in un modello teso alla prevenzione e alla gestione del rischio. Scopo primario del convegno, attraverso l’intervento di relatori di diversa estrazione (giuridica e medica), è quello di ricostruire il quadro delle responsabilità e degli obblighi previsti dalla nuova normativa, con particolare riferimento alla natura delle responsabilità assunte dalle strutture e dagli esercenti la professione medica. 

Il convegno si pone inoltre l’obiettivo di illustrare in termini generali i principali profili di gestione e prevenzione del rischio e di illustrare le prime ricadute applicative della nuova normativa, evidenziando i profili virtuosi e le criticità che la stessa ha posto nel primo periodo di esperienza pratica e le prospettive future. 

L’evento formativo muove dalla considerazione di alcune evidenze: incremento del contenzioso da insoddisfazione di risultato attribuito a presunto errore sanitario; obbligo di assicurazione per medici e personale sanitario per responsabilità civile; incremento della medicina difensiva; nelle intenzioni del legislatore, dovrebbe porre un freno a tali fenomeni, andando a riformulare tutto il settore della responsabilità professionale degli operatori sanitari; attribuzione di una responsabilità extracontrattuale al sanitario e contrattuale alla struttura, con il conseguente differente onere probatorio e una differenziazione del termine di prescrizione dell’azione di responsabilità. Tali evidenze pongono come impellente la necessità di una disamina con esperti della materia.

La giornata di studio, prima del genere nella provincia di Foggia in San Marco in Lamis , si propone di affrontare le questioni mediche e giuridiche della Legge “Gelli-Bianco” e le sue ricadute applicative. Il progetto rientra nell’obiettivo formativo ministeriale ( ECM rif. N. 1772/61234 – 8,1 crediti ECM per tutte le professioni sanitarie ): aggiornare gli operatori sanitari che vivono la responsabilità professionale come un rischio quotidiano, nonché gli avvocati che si occupano della materia( Accreditato all’Ordine degli avvocati di Foggia con N. 3 crediti ). Tutto ciò per contribuire a ridurre i margini d’incertezza.

Inoltre, si vuole offrire agli ammalati e ai cittadini un’informativa completa ed esaustiva del diritto alla salute. 

SCARICA IL PROGRAMMA