Il ministro Fontana a San Giovanni Rotondo

Print Friendly, PDF & Email

Prima la visita alla tomba di San Pio poi l’incontro con i fedelissimi

Prima la visita privata da san Pio e poi l’incontro pubblico presso il chiostro comunale con il locale gruppo dirigente leghista e i simpatizzanti in loco del partito che fa capo a Matteo Salvini (impegnato nelle stesse ore a Foggia e San Severo). E’ in sintesi la giornata trascorsa ieri a San Giovanni Rotondo da Lorenzo Fontana, 39 anni da Verona, Lega Nord, attuale ministro della Famiglia e della Disabilità. Fontana si è anche recato a Monte Sant’Angelo per l’inaugurazione della sede della Lega “Salvini” in via Fandetti. A San Giovanni Rotondo è stato accolto dal candidato leghista alle Europee Massimo Casanova, dal gruppo dirigente della Lega capitanato da Mauro Cappucci – “l’incontro è stato un successo” ha sottolineato – e dai candidati consiglieri leghisti che corrono in supporto di Giuseppe Mangiacotti candidato sindaco il prossimo 26 maggio.

E non sono mancate nemmeno le contestazioni di alcuni manifestanti di sinistra sulle posizioni assunte in passato dal ministro sul tema della “famiglia arcobaleno”. La Lega – che punta ad essere il primo partito della coalizione che sostiene il candidato sindaco dell’Udc – è piuttosto attiva in questa campagna elettorale. Tanto che Mauro Cappucci ha incontrato –sempre presso il chiostro comunale- elettori e simpatizzanti per sviscerare -in un convegno- l’atavico problema della città relativo alla fogna bianca. Pensate un po’, alle soglie del terzo millennio, la città di san Pio, famosa in tutto il mondo, a causa dell’irrisolto problema della fogna bianca, si allaga ogni qualvolta piove a dirotto. Il tutto, con gravi ripercussioni per la tenuta idrogeologica del centro abitato. “Va risolto con determinazione” ha ribadito il capogruppo della Lega al Comune di San Giovanni Rotondo. Sulla stessa lunghezza d’onda il candidato sindaco Giuseppe Mangiacotti (Udc), presente anch’egli al convegno in vista della tornata elettorale della prossima settimana.

Francesco Trotta