De Leonardis, tagli al TPL della provincia di Foggia: «Per viaggiare restano i muli»

Print Friendly, PDF & Email

“La provincia di Foggia, la più grande per estensione tra quelle pugliesi, come noto sul piano infrastrutturale è gravemente penalizzata.  L’allungamento della pista dell’aeroporto Gino Lisa è la tela di Penelope della nostra epoca, e di avere uno scalo efficiente, atteso da decenni da un bacino d’utenza considerevole, se ne riparlerà tra qualche anno, forse”. A dichiararlo è il consigliere regionale Giannicola De Leonardis.

“La stazione ferroviaria – aggiunge – ha misteriosamente perso la sua centralità sulla dorsale adriatica e nella considerazione di chi decide di bypassarla per andare da Bari a Roma, e i numerosi pendolari sono costretti a viaggiare in condizioni penose e in treni e carrozze che sono un insulto al decoro. E anche la seconda stazione è un progetto ben lontano dalla traduzione in realtà concreta.

Ma la politica regionale non poteva certo risparmiare il trasporto su gomma: ed ecco così i nuovi tagli annunciati dall’assessore Gianni Giannini al Trasporto Pubblico Locale, con le ripercussioni negative che è fin froppo facile prevedere sull’utenza e sull’occupazione. Mi permetto di formulare allora un’umile richiesta all’assessore e all’esecutivo, solo dopo aver ovviamente impiegato le risorse a disposizione per le altre province pugliesi: l’acquisto o il noleggio di muli, o cavalli a basso costo, per permettere a qualche persona non automunita di potersi muovere e spostare dalla provincia di Foggia”, conclude De Leonardis.

“Non v’è ombra di dubbio: il consigliere De Leonardis ha già dato inizio alla campagna elettorale. Lo dimostrano le sue colorite dichiarazioni rilasciate senza alcuna conoscenza dei fatti”. Così l’assessore regionale Giovanni Giannini in replica al consigliere De Leonardis sui tagli al trasporto pubblico locale su gomma per la provincia di Foggia.

“La verità – argomenta l’assessore –  è che per la Provincia di Foggia siamo in procinto di riconoscere, per i futuri affidamenti dei servizi automobilistici, quasi 15 milioni di euro in più rispetto a quanti ne trasferiamo oggi e che per il Comune di Foggia sono in via di liquidazione € 4.997.315,00 per l’acquisto di 17 nuovi autobus urbani ecologici di ultima generazione.Ai quadrupedi tanto cari a De Leonardis, preferiamo i 70 elettrotreni di ultima generazione, già acquistati, che saranno operativi entro il 2024, e i complessivi 900 autobus ecologici finanziati, di cui 400 già in circolazione sulle strade pugliesi. Preferiamo investire in sicurezza e servizi.E allora consiglierei meno superficialità nella valutazione di questioni che attengono ai diritti dei cittadini e che comportano l’utilizzo di risorse pubbliche, le quali – chiosa Giannini – devono essere spese con oculatezza e non sperperate e riversate nei rigagnoli del clientelismo”.