Rignano Garganico, porto di arma clandestina con matricola abrasa: un arresto

Print Friendly, PDF & Email

Ieri sera, durante un servizio di perlustrazione nelle aree rurali del comune di Rignano Garganico, in località “Case Puzzelle”, al calar del sole, i Carabinieri della Stazione di Rignano Garganico notavano un uomo con un fucile aggirarsi nelle campagne.

Alla vista dei militari, l’uomo si liberava del fucile lanciandolo a terra e raggiungeva un ciclomotore ( privo di copertura assicurativa ) nascosto dietro alcuni cespugli dandosi a precipitosa fuga a bordo dello stesso.

A causa del terreno reso fangoso il ciclomotore rallentava la velocità e veniva raggiunto dai militari i quali riuscivano a bloccare l’uomo.
I primi accertamenti sul posto permettevano di recuperare l’arma, risultata essere un fucile da caccia con matricola abrasa. La successiva perquisizione estesa anche ad uno zaino che l’uomo portava addosso, permetteva di rinvenire 92 cartucce calibro 12 a pallini, uno spinello già confezionato nonchè un esemplare morto di tortora selvatica, da poco ucciso.

Per tali motivi l’uomo, un 25enne residente a Foggia con precedenti di polizia per droga, veniva dichiarato in arresto per porto di arma clandestina con matricola abrasa e caccia di frodo e trasferito presso il carcere di Foggia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.