Transumanza patrimonio Unesco, Merla: «Occasione storica per valorizzare le nostre tradizioni»

Print Friendly, PDF & Email

«San Marco in Lamis e Volturara Appula, in rappresentanza di intere zone del nostro territorio, sono i comuni della provincia di Foggia entrati nella lista esaminata dal Comitato intergovernativo riunitosi a Bogotà e che ha dichiarato la transumanza Patrimonio culturale immateriale dell’Unesco».

Lo riferisce in una nota il sindaco di San Marco in Lamis, Michele Merla.

«La candidatura della nostra città – prosegue il primo cittadino – e’ stata formalizzata dai Ministeri delle Politiche agricole e dell’Ambiente nel corso della riunione tenutasi a Roma lo scorso 19 novembre alla presenza del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa e con la partecipazione, tra gli altri, dei rappresentanti di San Marco in Lamis, Monte Sant’Angelo, del Parco nazionale del Gargano e della famiglia Colantuono, che si ringrazia perché vera promotrice dell’iniziativa e che con costanza e caparbietà ha perseguito un obiettivo visto da molti come inutile. Il tradizionale trasferimento degli animali lungo i tratturi in relazione alle stagioni e al clima, che tutti noi sammarchesi conosciamo, è stato considerato come uno dei metodi di allevamento più sostenibili ed efficienti; esempio di conoscenza approfondita dell’ambiente e dell’equilibrio ecologico tra uomo e natura. Per la nostra città e il nostro territorio rappresenta un’occasione storica per diffondere e valorizzare la nostra cultura e le nostre tradizioni», conclude Merla.