San Marco in Lamis: “Mobilità lenta, sentieri e ciclovie” per promuovere il territorio

Print Friendly, PDF & Email

Lo rende noto l’Amministrazione Comunale di San Marco in Lamis

L’intervento denominato “Misura 19 ” sostegno allo sviluppo locale di tipo partecipativo ” – Azione 2 – Gargano impatto zero  – Intervento 2.6 – sentieri di incontro – valorizzazione delle filiere locali”, mira a recuperare la rete dei sentieri realizzati ed esistenti e la realizzazione di strutture leggere per l’accoglienza, l’informazione, promuovere e sviluppare la rete sentieristica, quelle delle ciclovie,  i percorsi pedonali cioè quel sistema di mobilità lenta in modo da coinvolgere tutti gli attori locali e non, così da favorire e rafforzare la vocazione turistica e promuovere altresì le produzioni del posto (enogastronomici e artigianali).

Il comune di San Marco in Lamis si candida insieme ai comuni di Rignano Garganico e San Giovanni Rotondo con due progetti: il primo valorizzando un percorso e un ambiente naturale posto a sud-est del paese che attraversa la pineta di Rocela Vacca per collegarsi con Rignano Garganico fino alla Dolina Centopozzi godendo, nelle parti più alte, della vista del pianura del Tavoliere; il secondo denominato “Sentiero dei due Conventi” unisce il santuario di San Matteo con quello di Santa Maria delle Grazie a San Giovanni Rotondo, snodandosi a mezzacosta sulla montagna da Borgo Celano; a questo percorso si collega, con un tracciato ad anello, i sentiero intitolato a P.G. Frassati che raggiunge la Croce di Monte Celano.

Riteniamo che la candidatura di queste due percorsi, oltre a valorizzare la rete escursionistica pugliese, possa rappresentar un’opportunità di crescita per l’intera collettività.