CORONAVIRUS, “Smart Working” anche per i dipendenti delle Ente Parco

Print Friendly, PDF & Email

Smart working anche per i dipendenti dell’Ente Parco Nazionale del Gargano per l’intera durata dell’emergenza Coronavirus.

Ad autorizzare l’attivazione dell’istituto del lavoro agile, in accordo con le misure varate dal Governo, è stato il Presidente Pasquale Pazienza attraverso un’ordinanza tempestivamente adottata per assicurare un’incisiva azione di contenimento del rischio di contagio da COVID-19, già registrato in diversi Comuni del Parco del Gargano.

Già nei giorni scorsi – dichiara Pazienza – avevamo provveduto ad assumere delle iniziative per limitare il rischio di contagio come, ad esempio, la chiusura al pubblico degli uffici dell’Ente i cui servizi restano, comunque, raggiungibili per e-mail e telefonicamente. Adesso ci viene chiesto di fare ancor di più per tentare di avere la meglio in una sfida che riguarda ciascuno di noi. In totale adesione con le linee indicate dal Governo, abbiamo intrapreso anche la strada dello smart working, che sarà assegnato in via prioritaria ai lavoratori con specifiche esigenze. Ciò consentirà ad alcuni di svolgere le loro funzioni da casa, minimizzando la presenza nella sede dell’Ente e creando così le condizioni necessarie per una maggiore sicurezza”.

Dalla chiusura temporanea è escluso l’ufficio protocollo la cui attività sarà comunque assicurata. Tutte le informazioni relative ai procedimenti di competenza dell’Ente Parco saranno fornite esclusivamente in via telefonica o a mezzo email i cui recapiti sono disponibili sul sito web istituzionale (www.parcogargano.it) nella sezione: “Amministrazione trasparente-Organizzazione–Telefono-Posta elettronica” (https://www.parcogargano.it/servizi/Menu/dinamica.aspx?idSezione=616&idArea=17310&idCat=17417&ID=19777&TipoElemento=pagina).