La BCC di San Giovanni Rotondo premiata per lo “sviluppo dell’economia civile”

Print Friendly, PDF & Email

Il riconoscimento di ConfCooperative di Foggia nel contesto dei cento anni dell’istituto

“Un omaggio alla resilienza della Cooperativa e al suo contributo per lo sviluppo dell’economia civile e per una società più democratica, giusta e solidale”. Con queste motivazioni la Confcooperative di Foggia ha assegnato, lo scorso 29 febbraio, alla BCC di San Giovanni Rotondo un formale riconoscimento, nel contesto dei cento anni dell’istituto, celebrati un anno fa.

La consegna del premio è avvenuta nel contesto dell’Assemblea Provinciale 2020 delle cooperative foggiane, riunite per eleggere il nuovo Presidente e gli altri organi statutari. Motivando la scelta della banca sangiovannese, il presidente uscente Giorgio Mercuri ha sottolineato l’importanza “di avere sul territorio un istituto di credito che fa della cooperazione, e dell’aiuto alle imprese e alle famiglie, la sua filosofia e il suo raggio d’azione”. “Per questo”, ha continuato, “ci è sembrato doveroso premiare la BCC di San Giovanni Rotondo, a pochi mesi dall’importante traguardo centenario della fondazione”.

Il presidente della BCC, Giuseppe Palladino, ringraziando per il premio “che fa onore al duro lavoro quotidiano”, ha elencato i tanti traguardi raggiunti dalla banca di San Giovanni Rotondo in cento anni di storia, rimarcando “la grande vicinanza alle imprese e alle attività produttive di un territorio che fa fatica a decollare”. Per questo, “come ulteriore segno di vicinanza”, saranno presto attivi nuovi presidi della BCC su tutto il territorio foggiano, aggiungendosi ai numerosi già presenti e funzionanti.

Giuseppe Palladino, infine, nel corso della giornata di lavori, è stato chiamato a far parte del nuovo Consiglio Provinciale di ConfCooperative che sarà presieduto da Carla Calabresi.