A Biccari si sperimenta ancora: il sindaco Mignogna annuncia la ‘scuola nel bosco’!

Print Friendly, PDF & Email

Ci vuole anche fantasia per amministrare una città. Un modo per ripartire dopo il lockdown imposto dal Coronavirus che potrebbe trovare terreno fertile nelle classi “pollaio”, così come sono stati definiti i grandi assembramenti che contraddistinguono le classi italiane di ogni ordine e grado. La dimostrazione arriva dal sindaco dell’innovativo comune dei Monti Dauni, Gianfilippo Mignogna, il quale ha annunciato la scuola nel bosco.

“Tra pochissimi giorni – scrive il primo cittadino – si sperimenteranno tante attività didattiche ed educative per tutti i bambini nella natura ed in totale sicurezza”. Mignogna ha poi mostrato sui social alcune prove tecniche effettuate all’interno dell’area naturalistica del Parco Avventura per consentire ai bambini di imparare e giocare in totale sicurezza.

In foto, le prime lezioni con il dottor Luca Picciuto. Tra qualche giorno sul sito di Daunia Avventura i docenti, le materie ed ogni info utile sul progetto. E tra poco anche la ludoteca comunale della Cooperativa di Comunità Biccari si trasferisce in bosco! Per tutti i bambini e tutte le famiglie. Nella natura, in sicurezza.

“Noi proviamo a fare la nostra parte – prosegue Mignogna – e per questo lavoriamo con convinzione all’idea di Scuola nel Bosco: grazie a Daunia Avventura una bella opportunità per bambini (e famiglie) per fare vacanze attive, imparare in sicurezza e a contatto con la natura!”.