Napoleone Cera a Emiliano: «Vergogna! Chiedere la Zona Rossa è un omicidio per la Capitanata!»

Print Friendly, PDF & Email

«La richiesta del Governo Regionale di concedere l’intera provincia di Foggia come Zona Rossa è un omicidio ai danni dell’intero territorio di Capitanata, che non solo paga i ritardi di anni di malgoverno ma anche degli otto mesi dal lockdown che non sono bastati a Emiliano e Lopalco per organizzare un apparato sanitario adeguato ad attutire il colpo della seconda ondata». Lo scrive sui suoi profili social l’ex consigliere regionale Napoleone Cera.

«Lo ripeto da giorni: non ci si può nascondere dietro la pandemia, scaricare le colpe su di essa, campare di interviste TV e notorietà sui media e non farsi un mea culpa. Il tracciamento è completamente saltato, le strutture preposte sono ormai al collasso con la conseguenza di avere cittadini che ormai vivono nel terrore di essere contagiati aspettando la famosa chiamata degli uffici della ASL per effettuare il tampone – attacca Cera che conclude – in un Paese normale sarebbero stati i cittadini a prenderli a calci nel sedere, ma nella straordinarietà della situazione sono i politici a puntare il dito contro i cittadini e scaricare le colpe su di loro con la nomea di “untori”».