Addio alla Fiera e al mercato settimanale in centro? Villani: «Presto sarà possibile»

Print Friendly, PDF & Email

Soliti problemi per la festa patronale: viabilità, decoro urbano, sicurezza, scarse condizioni igieniche e caos a tutto tondo. E come sempre si torna a parlare dell’irrisolta questione circa lo spostamento della “Fiera” e del Mercato settimanale. Argomento puntualmente discusso dalle amministrazioni passate e finito – altrettanto puntualmente – nel catalogo polveroso degli annunci. Su Facebook gli abitanti protestano: «Unico paese del Gargano dove queste attività si svolgono al centro del paese. Mercato settimanale e fiera dovrebbero avere una zona a loro dedicata». L’assessore Villani replica: «Presto sarà realtà. A breve partirà anche la zona PIP “Casarinelli”»

Anche quest’anno la festa più amata dai sammarchesi è andata in archivio. E le polemiche, come spesso accade in queste occasioni, non sono certo mancate. Le prime scintille sono scoccate subito dopo l’annuncio dell’ospite di punta del concertone finale (per la verità fin troppo pretestuose vista l’eccellente prestazione di Fausto Leali) per poi concentrarsi sui disagi della Fiera (una tre giorni ormai sulla falsa riga del mercato settimanale) che continua a svolgersi in pieno centro cittadino.

Parcheggio selvaggio, difficoltà non da poco per la viabilità, ambulanti accampati alla meno peggio, stipati come sardine e residenti del centro costretti a sorbirsi le imposizioni del caso. Questi i soliti ingredienti stantii della diatriba. Se poi a tutto questo ci aggiungiamo le precarie condizioni igieniche del momento e il rischio sicurezza per gli astanti, ecco che il quadro è pressoché completo. E del tutto identico agli altri anni.

A dare però qualche speranza è la “notizia” diffusa sui social dall’assessore alle Attività Produttive e al Commercio, Alessio Villani. Presto l’anacronistica location del mercato settimanale e della “Fiera” potrebbe trasformarsi in un lontano ricordo.

«Con il documento strategico sul commercio – commenta Villani su Facebook – questo sarà possibile! Il settore commercio e attività produttive è fermo con qualsiasi azione amministrativa a circa 20 anni fa. Tra le altre cose: presto partirà anche la zona PIP “Casarinelli” – fa sapere inoltre l’assessore -; un progetto fermo alle autorizzazioni dell’ispettorato forestale da diversi anni per il quale tutti hanno assunto impegni e mai nessuno ha fatto nulla! A tal proposito posso confermare che non appena pronta l’indagine geomorfologica, questione di 10/15 giorni circa, inizierà l’iter per l’approvazione e la successiva richiesta di finanziamento dell’iniziativa».

(foto di copertina: 21/09/2018 – Piazza Ernesto De Martino, accesso alla piazza bloccato dalle auto in sosta)