VIDEO | Sede Consiglio regionale in via Gentile, la nuova casa dell’Istituzione

Print Friendly, PDF & Email

Con la convocazione della VII commissione consiliare è ripresa, nella nuova sede in via Gentile, l’attività istituzionale del Consiglio regionale della Puglia.

Il trasferimento, avviato nelle scorse settimane si conclude oggi con il trasferimento del Corecom, il Comitato regionale per le comunicazioni. Dopo quarant’anni, l’assemblea legislativa pugliese, insieme agli uffici di supporto, abbandona lo storico palazzo di via Capruzzi, da sempre identificato come sede della “Regione”, per raggiungere l’area in cui hanno sede gli assessorati e costituire un vero e proprio polo amministrativo-istituzionale.

L’avveniristica struttura in acciaio e vetro proiettata verso il mare, la cui forma ricorda quella di una mandorla, ospita inoltre, al piano terra, gli uffici dei Garanti regionali dei minori, dei detenuti e dei disabili. Entro fine febbraio sarà ultimato anche il trasferimento della Teca del Mediterraneo, che disporrà di sale dedicate alla consultazione di riviste, di quotidiani, sala enciclopedia, sala con postazioni informatiche, spazi per eventi e attività di formazione, andando ad integrare nell’attività pubblica, gli spazi per la cultura e l’informazione. Si configura così l’idea di spazio urbano, in cui i luoghi collettivi sono inclusi e dialogano con quelli in cui si svolge l’attività politico-istituzionale. La nuova “casa” del Consiglio regionale rappresenta dunque non solo un contenitore fisico, ma ambisce a conferire forte identità all’istituzione, nel suo rapporto di sostegno, incontro e scambio con la comunità pugliese.