Capitanata, tutela dell’ambiente e ciclo dei rifiuti: l’assessore regionale Stea incontra le comunità

Print Friendly, PDF & Email

E’ stato un vero e proprio tour nel nome dell’ambiente e in tema di sensibilizzazione in materia di raccolta differenziata e ciclo dei rifiuti, quello compiuto venerdì scorso in Capitanata dall’assessore regionale all’Ambiente, Gianni Stea, con una serie di incontri e confronti sia con gli amministratori locali che con i cittadini e i rappresentanti delle categorie professionali.

Stea si è andato a Foggia, Serracapriola, San Paolo Civitate, Torremaggiore e Lucera raccogliendo le richieste dei sindaci e delle comunità locali.

“E’ stata una giornata fondamentale- ha detto l’assessore – per conoscere dal vivo quelle che sono le problematiche che quotidianamente devono affrontare i rappresentanti delle amministrazioni comunali. Ma ho anche raccolto segnalazioni importanti di singoli episodi sui quali, tramite gli uffici dell’assessorato, interverrò immediatamente per far luce su eventuali incongruenze e, nel caso, porre rimedio”. L’assessore ha colto l’occasione per ringraziare tutti i rappresentanti degli enti locali per la disponibilità alla collaborazione per meglio delineare la strada che dovrà necessariamente portare in breve tempo alla chiusura del ciclo dei rifiuti innescando un virtuoso percorso di economia circolare. “La Puglia va dai laghi di Lesina e Varano ad Otranto, solo un lavoro di squadra potrà farci migliorare il programma che è già a buon punto. E sono orgoglioso perché in materia di tutela dell’Ambiente ho potuto toccare con mano la volontà di compartecipazione e l’elevata sensibilità di tutti i cittadini con cui mi sono confrontato”.

In giornata, a Foggia, Stea ha poi fatto visita alla Rssa “Il Sorriso” per testimoniare con la consegna di un attestato di merito, la gratitudine dell’intera Giunta della Regione Puglia “ma anche di tutti i cittadini pugliesi” per l’attenzione mostrata dagli ospiti diversamente abili alle tematiche ambientali e ambientalistiche, “elaborando opere e oggettistica usando materiali di riciclo e di recupero” .

L’assessore ha voluto ringraziare gli ospiti della struttura, gli amministratori, il personale, i volontari “per l’invito a partecipare a questo incontro che ha per me un significato particolare. Il vostro – ha concluso – è un insegnamento per tutti noi e un esempio da fare alla Puglia che vogliamo e per cui stiamo lavorando per creare uno dei motori di una nuova epoca, anche procedendo all’approfondimento delle tematiche ritenute indispensabili per affinare le modalità di tutela del nostro patrimonio naturalistico e della salute dei cittadini”.