“In difesa della DIFESA”, buona la prima

Print Friendly, PDF & Email

Ecco il resoconto dell’Amministrazione Comunale

Si è conclusa con la raccolta di circa 2400 kg di rifiuti la prima domenica ecologica promossa dall’Amministrazione Comunale di San Marco in Lamis in collaborazione con le associazioni del posto e la ditta Edilverde Srl che ha fornito inoltre tutto l’occorrente per dare il via al #TrashChallenge targato San Marco in Lamis.

Nonostante le condizioni meteo incerte, si può comunque dire che l’iniziativa ha raggiunto il suo obiettivo grazie alla presenza di uno “zoccolo duro” costituito da uomini e donne della Pubblica Amministrazione e dalle associazioni locali, ossia Legambiente La Difesa, Associazione Senza Cemento, Pro loco Borgo Celano, Borgo Magna, Azione Cattolica, Croce Verde e liberi cittadini.

Dopo aver pianificato di buon’ora l’azione di intervento e consegnato dei gadget offerti dalla Ditta Cannone Srl di Andria (l’azienda che ritira gli indumenti usati e il materiale tessile nel nostro Comune) i Volontari in un bel clima di festa si sono sparpagliati nell’area della Pineta di Borgo Celano, lungo il sentiero che prosegue fino alla Croce di Monte Celano e nel tratto iniziale che conduce in zona “Orto della menta”. Il tutto in una caccia aperta al rifiuto selvaggio, armati di guanti, pinze e sacchi dell’immondizia.

Grazie ai mezzi della EdilVerde i materiali rinvenuti sono stati conferiti presso la piattaforma ecologica, suddivisi nelle diverse tipologie di rifiuto: carta, vetro, plastica, materiali ferrosi, ingombranti e secco residuo.

L’iniziativa è terminata alle ore 11.50 con un aperitivo finale di ringraziamento nel corso del quale ci si è dati appuntamento alle prossime giornate ecologiche.

Ecco i numeri di fine giornata. Su una superficie di circa 1,5 ettari sono stati raccolti: 23 sacchi di bottiglie di vetro e contenitori in alluminio, 26 sacchi di imballaggi in plastica, contenitori di polistirolo, pneumatici, wc in ceramica, materiali ferrosi vari, due frigoriferi, teli di plastica e vari rifiuti classificati RSU indifferenziati.

Inoltre sono stati monitorati e censiti rifiuti pericolosi, prossimi ad attività di bonifiche da parte della Edilverde Srl.

Al di là del risultato quantitativo, il vero valore dell’iniziativa è da ricercare nello spirito di collaborazione tra mondo dell’associazionismo e amministrazione comunale. L’insieme dei sodalizi e della macchina amministrativa sono stati determinanti sia nella fase organizzativa, sia attivamente nelle attività di raccolta. Presenti diversi consiglieri comunali, oltre al Sindaco Merla e l’assessore all’Ambiente Angelo Ianzano.