Al via la XI edizione del concorso nazionale musicale “Umberto Giordano”

Print Friendly, PDF & Email

Tutto pronto per l’avvio ufficiale dell’undicesimo Concorso nazionale musicale “Umberto Giordano”, prestigioso contest che si svolgerà a Foggia dal 6 al 10 maggio.

Grande è l’attesa per gli ospiti celebri che faranno parte delle varie sezioni in cui si articola la manifestazione ed in particolare per l’arrivo di Elio, presidente di giuria del Talent Voice, e di Christian Meyer, batterista del gruppo Elio e le Storie tese, che presiederà la commissione “drums”.

Intanto si sono concluse le preselezioni del Talent Voice, la categoria dedicata al canto moderno. Saranno cinquantotto, e non trenta come previsto, i finalisti che il prossimo 9 maggio si esibiranno dal vivo davanti ad Elio nella fase finale.

Erano oltre cento i candidati, giunti da varie regioni d’Italia e anche dal Galles, che si sono presentati all’Auditorium Santa Chiara di Foggia il 16 e 17 aprile e che hanno cantato davanti alla commissione esaminatrice composta dal crooner foggiano Ottavio De Stefano, da Loredana D’Anghera e Stefano De Martino, fondatori del Premio Lunezia, e dagli organizzatori del contest: il direttore artistico, Lorenzo Ciuffreda, e il presidente del Concorso, Gianni Cuciniello.

“Il livello qualitativo delle performance e il grado di preparazione dei giovani candidati di quest’anno sono risultati talmente elevati che la commissione tutta, in accordo con la direzione artistica, ha deciso di permettere a quasi il doppio del concorrenti di accedere alla finale. In particolare, è stata premiata la qualità di alcuni dei tanti inediti presentati (ne sono arrivati più di quelli che ci aspettavamo) e sono stati valorizzati i cantanti più motivati e bravi”, spiegano gli organizzatori.

Questi i nomi dei finalisti: Leonardo Addatti, Rebecca Bordo, Natalia Bua, Giorgia Bucci, Erica Burdi, Morena Caliandro, Serena Carella, Laura Cefola, Denise Pia Civitavecchia, Ilaria Cravero, Raffaele d’Alfonso del Sordo, Maria Francesca D’Ambrosio, Alexandra D’Arcangelo, Denise De Giglio, Egidio De Spirito, Marco De Vita, Sofia D’Elia, Laura Dimitri, Giorgia Dipasquale, Ciro Famiglietti, Savina Faramondi, Benedetta Farano, Ivan Fiorentino, Fabio Graziani, Edoardo Guarini, Veronica Leone, Giuseppe Lorusso, Sara Marini, Annalaura Marseglia, Ludovica Martino, Francesca Claudia Massari, Simone Mencucci, Luigina Mennuti, Esmeralda Mongiello, Michele Mundo, Simone Mastragostino e Silvia Logiudice (Duo Musikè), Claudia Napolitano, Federica Neglia, Rosangela Onorato, Michela Parisi e Ylenia Mangiacotti (Duo Mikyami), Filomena Passidomo, Cassandra Piazza, Luigi Cosimo Quitadamo, Michele Radicci, Luca Raguseo, Elisabetta Rossi, Lucia Ruggieri, Damiano Ruggiero, Adriano Sannicandro, Alessia Sapone, Michele Sgamarella, Luca Simone, Francesca Soliveri, Valentina Sorsi, Ivana Spaccavento, Fabio Stango, Antonella Tempesta, Viviana Tummolo.

Adesso toccherà alla giuria composta, come detto, da Elio e da altri illustri addetti ai lavori: il noto dj e produttore Federico l’Olandese Volante, conduttore di Radionorba e membro della Giuria di Qualità di Sanremo 2016, il celebre musicista e compositore Roberto Molinelli (presidente per tre anni di seguito della giuria di Sanremo-Lab), il giornalista Loris Castriota Skanderbegh e altri esperti del settore musicale, stabilire chi saranno i vincitori.

I loro nomi saranno annunciati al termine della selezione che si svolgerà dalle 9 del mattino alle 19 al Teatro Giordano nella giornata del 9 maggio.

Coloro che saranno ritenuti i migliori potranno ambire a uno dei riconoscimenti in palio quest’anno: il Premio della Critica, il Premio “10 e lode” alla migliore interpretazione, istituito dall’avvocato Fabio Verile, e il Premio “Promuovi la tua musica”, che darà a uno dei concorrenti la possibilità di partecipare gratuitamente ad una delle tappe del tour nazionale dell’omonimo contest ideato dalla cantautrice Fanya Di Croce, che consegnerà personalmente la targa al più meritevole.

Tutti i vincitori, infine, incideranno un brano in italiano scelto dalla direzione artistica che farà parte del secondo cd ufficiale del Concorso.

Ma il Talent Voice è solo una delle cinque sezioni in cui si articola il Concorso musicale Giordano che quest’anno ha superato le 1.400 iscrizioni.

Oltre alla categoria “drums”, la sezione Solisti comprende anche altri strumenti quali pianoforte, chitarra, strumenti ad arco, strumenti a fiato, strumenti a percussione, arpa, fisarmonica, canto lirico e chitarra elettrica. Tra i riconoscimenti, è previsto il “Premio Giuseppe Caputo” alla migliore interpretazione strumentale, mentre per la batteria e le percussioni ai migliori classificati verrà consegnato il “Premio G. Clementino Santangelo” con due borse di studio di 200 euro ciascuna.

Poi ci sono le altre sezioni: Musica d’insieme (gruppi strumentali da 2 a 15 elementi), Orchestra (ensemble con minimo 20 elementi a organico differenziato) e Coro (minimo 15 elementi per gruppi corali costituiti in qualsiasi ordine).

Tra gli altri ospiti importanti ci saranno anche il pianista Roberto Corlianò e il direttore d’orchestra Francesco Lentini, che saranno nella commissione di musica classica.

Diverso il calendario delle cerimonie di premiazione in programma l’8 maggio per la sezione “drums”, il 9 per il Talent Voice, il 10 maggio per tutte le altre, sempre al Teatro Giordano.

Il Concorso è organizzato dall’Associazione musicale “Suoni del Sud” in collaborazione con il Comune di Foggia – Assessorato alla Cultura, il Teatro Pubblico Pugliese, la Fondazione Apulia Felix e la Fondazione Musicalia della Fondazione Monti uniti di Foggia.