Rignano, al via campagna di preiscrizione per il Basket

Print Friendly, PDF & Email

Avviata la campagna di preiscrizione per la pallacanestro, anche a Rignano Garganico. A tenere una dimostrazione significativa ci ha pensato nella mattinata di domenica la società sportiva “Stella Verde – Frassati Basket” di San Giovanni Rotondo. L’ha fatto con una gara prova, aperta al pubblico dei ragazzi nella ampia piazza di San Rocco.

Tanto sulla scorta di quanto di positivo è già accaduto lo scorso anno, con l’apposito corso preparatorio svoltosi nella vecchia Palestra Comunale ubicata nel centralissimo Largo Portagrande, cuore vitale tra il vecchio borgo e il paese novecentesco. Secondo il consigliere comunale delegato, Giuseppe Motta, lo sport di per sé aiuta bambini e ragazzi a diventare persone valide prima ancora che bravi atleti, trasmettendo loro valori universali. Lo è di più specie con la pratica del basket, perché allena il corpo nel suo sviluppo ordinato e nel contempo anche la mente, affinando l’intelligenza, accrescendo il coraggio e la voglia di vivere dei suoi partecipanti.

A guidare la manifestazione sono stati gli stessi maestri-allenatori. Il tutto punta alla costituzione in un futuro non troppo lontano una squadra di basket. Per l’occasione è stato installato un vero e proprio canestro (vedi foto) indispensabile per mettere alla prova partecipanti, quasi tutti ragazzi delle scuole elementari e medie. A presidiare le prove odierne ha provveduto la succitata società, intervenuta per l’occasione con un pulmino carico delle opportune attrezzature e dei dirigenti ed allenatori sportivi. A quanto ci è stato detto, prima di procedere agli allenamenti pratici, si terranno opportune lezioni teoriche sull’importanza dello sport in generale e di quello della pallacanestro in particolare, inculcando nei mini-partecipanti lo spirito dell’autostima, del gioco di squadra e della solidarietà verso i propri simili.

L’équipe odierna era guidata dal giovane Paolo che ci ha promesso di farci pervenire quanto prima un nutrito promemoria sul tema, in modo da sensibilizzazione l’intera opinione pubblica e soprattutto le istituzioni ad interessarsi e a dare il proprio contributo collaborativo. Ci è stato precisato, infine, che questo tipo di sport, non è riservato alle persone alte, così come avviene nel Volley, ma aiuta a diventare i ragazzi ancora più alti. Infine, c’è il discorso dei talenti, Infatti, spesso attraverso questo tipo di sensibilizzazione ed azione selettive è possibile scoprire veri e propri atleti e campioni per il futuro. Non dimentichiamo, che nella città di San Pio, c’è un campione di moto, come Pirro ed uno del Volley, come Colella. Ad Maiora! (AntDV)