Abusivismo edilizio, sequestrate strutture a Mattinata e Lesina

Print Friendly, PDF & Email

Proseguono senza sosta le attività di monitoraggio delle coste da parte degli uomini della Capitaneria di porto di Manfredonia e di Vieste appartenenti all’aliquota del Nucleo Operativo di Polizia Ambientale (Nopa) della Direzione Marittima di Bari. Sono state portate a termine due distinte operazioni finalizzate al contrasto dell’abusivismo demaniale sul litorale della provincia foggiana.

Nella prima operazione i militari della Guardia Costiera di Manfredonia hanno proceduto, su conforme avviso della Procura della Repubblica di Foggia, al sequestro di un’intera struttura ricettiva presente sul litorale adiacente al porto di Mattinata, deferendo il titolare della struttura, il bar-ristorante “Caratino” (foto), A. T. (classe 1967) che veniva altresì nominato custode giudiziale senza facoltà d’uso. I militari, dall’analisi della documentazione autorizzativa acquisita, hanno accertato come la struttura non avesse il permesso per il mantenimento annuale dal punto di vista paesaggistico ovvero che il termine per lo smontaggio fosse fissato al 31 ottobre scorso. L’attività di polizia giudiziaria da parte dei militari proseguirà al fine di accertare eventuali ulteriori responsabilità giuste indicazioni della autorità giudiziaria.

Nella seconda operazione i militari dell’ufficio locale marittimo di Lesina e Vieste, notavano che un soggetto stava effettuando lavorazioni su un’immobile ubicato in località Schiapparo del comune di Lesina. Dopo aver esperito i primi accertamenti e identificato il soggetto intento nei lavori edili sulla villetta, si è appurato al comune che l’opera era completamente abusiva e priva di qualsivoglia autorizzazione. Pertanto si procedeva a porre sotto sequestro penale l’intero immobile per le violazioni demaniali, paesaggistiche e urbanistiche rilevate, denunciando in stato di libertà G. C. (classe 1945). (art. e foto da lattacco.it)