Polemiche lavori pubblici, Michele Merla: “Rotonde non a norma”

Print Friendly, PDF & Email

Nota a cura del Sindaco di San Marco in Lamis, Michele Merla

Caro lettore anonimo, innanzitutto mi dispiace non poterle rispondere direttamente, visto che non ha indicato la sua identità, e visto che considero il dissenso uno dei pilastri fondamentali della democrazia. Sull’argomento rotonde Lei fa all’attuale amministrazione  alcuni appunti, proponendo una maggiore attenzione alla fontana realizzata da Portoghesi.

Proverò a risponderLe: le due rotonde non erano a norma di legge, non essendo allineate all’asse stradale. Di conseguenza non potevano applicarsi le norme sul diritto di precedenza previste dal codice della strada. Anche il gradone alla base delle stesse non era a norma, con l’effetto di rendere responsabile il Comune per gli eventuali danni subiti dalle autovetture. Tali  anomalie ci sono state evidenziate dalla Commissione del Giro d’Italia (una delle tante iniziative frutto della fantasia di questa amministrazione) in sede di ispezione della regolarità stradale.

Evento, il Giro d’Italia, che ha portato la bitumazione della strada Rignano Garganico – San Marco in Lamis e del tratto Casarinelli – Borgo Celano. Non solo, il progetto per la messa a norma e sicurezza delle rotonde prevede, altresi, la realizzazione dei marciapiedi in via La Piscopia e dei dissuasori (dossi) di rallentamento sempre in via la Piscopia e in via della Repubblica. Il tutto con fondi derivanti dal ribasso d’asta di un’altra opera realizzata, senza alcuna sottrazione al Bilancio dell’ente.

Per quanto riguarda Piazza Madonna delle Grazie, è intenzione di questa amministrazione – sempre sfruttando la fantasia – utilizzare i fondi del Decreto Fraccaro sull’efficientamento energetico (circa 450 mila euro per l’illuminazione pubblica e il risparmio energetico) per sostituire i lampioni ormai pericolosi.

Mentre, la fontana, esaminati gli effetti del rendering grafico, potrebbe essere trasformata in uno spazio verde. Le aggiungo che, a breve, partiranno anche i lavori di sistemazione di piazza Oberdan e del piazzale di via del Grande Torino per lo spostamento del mercato settimanale. Anche questi frutto della fantasia di questa amministrazione, che utilizza al meglio i fondi europei messi a disposizione dei Comuni.

Inoltre, ho letto i commenti di alcuni cittadini riferiti alla messa in sicurezza delle strade. In proposito ricordo che negli ultimi tre anni questa amministrazione ha fatto lavori per le strade per un ammontare di 250 mila euro. Anche per quest’anno e per l’anno prossimo sono previsti investimenti per la sistemazione delle strade cittadine.