Polisportiva, la marea Granata travolge anche il malcapitato Bovino

Print Friendly, PDF & Email

La cronaca della goleada al fanalino di coda, a cura del sempre puntuale ufficio stampa della prima squadra della città.

La Polisportiva si riconferma capolista battendo agevolmente la giovane squadra di Bovino che, pur andando in vantaggio nei primi minuti di gioco, non ha retto poi allo “tsunami” granata. La prima frazione di gioco si è chiusa infatti sul 3 a 1 (seconda tripletta stagionale dell’ingegner Villani) mentre il finale di gara ha fatto segnare sul tabellino un sonoro 7 a 2 senza contare un rigore fallito dai padroni di casa proprio al 90′.

La squadra del Presidente Pietro Soccio sembra non avere rivali in questa categoria e soprattutto sul campo amico non lascia punti a nessuno (7 vittorie in 7 gare). Così si è espresso il Presidente: A questo punto della stagione è evidente che la nostra squadra risulta essere la migliore. Questo grazie a due elementi: il lavoro e il buon gioco espresso dai nostri ragazzi, ben guidati da Di Claudio, e la qualità dell’organico. Ho visto la Lazio domenica sera: se guardiamo agli elementi del centrocampo biancoceleste possiamo ben comprendere perché ora si trovino lì in alto nel campionato maggiore. Alla lunga, con un lavoro costante, le qualità vengono fuori e i risultati non possono essere che positivi. Ecco, lo stesso discorso vale per la nostra squadra locale.

Ora i Granata sono sempre soli al comando a +5 dall’Audax. 50 i goal stagionali con i gemelli del goal Ianzano-Villani entrambi a quota 11. Solo 12 le reti subite. Da segnalare il grande ritorno in campo di un pilastro storico della Polisportiva, il portiere Massimiliano Ruggieri detto “Mazzantini” che rinforza ulteriormente la rosa.

LA CRONACA

Tempo sereno e mite, quasi primaverile, al soleggiato “Tonino Parisi”. Le squadre si avviano all’inizio dell’incontro con grande fair play, con i giocatori delle due squadre che posano per una foto ricordo con il presidente Soccio.

Ci sono novità per il Sammarco: in porta Mazzantini, vecchio beniamino del pubblico;  nella difesa a quattro, con un Antonio Poppa ancora in recupero dall’infortunio (a lui i nostri calorosi auguri per la laurea conseguita in settimana), insieme ai soliti Bonfitto, Cursio e Tenace, c’è Alex Villani “Il Brasiliano”(esordio da titolare per lui); a centrocampo Potenza N. , Ciavarella e Colletta; in avanti Ianzano , Villani L. e Masullo in posizione più avanzata del solito (Simone Potenza sconta il turno di squalifica).

In panchina siedono con il mister Gigi Di Claudio e i dirigenti Paolo Soccio e Giovanni Pirro: D’Amico, Mimmo, Massaro, Giuliani, Cursio A. , Ramunno e Totta.

Il Bovino Calcio presenta in campo: D’Alessandro R., Di Giovanni F., Poppa G., Osei D., La Torre, Andreano A. (allenatore in campo), Cagna A., Cagna. G., Silvestri S., Serrecchia G., Diomande A.

In panchina: Lobozzo, Nunno, Russo, Bianco, Gagliardi, Rinaldi e Posa.

Il Sammarco nella solita tenuta granata, gli ospiti in tenuta verde smeraldo.

Arbitra il signor Petronelli di Foggia.

La partita inizia con il Sammarco che vuole subito raggiungere il vantaggio, ma troppa frenesia e frettolosità nelle giocate porta i padroni di casa ad essere poco lucidi e a commettere anche errori banali. All’8° Masullo riceve una bella palla a centro area ma il tiro di prima esce fuori dallo specchio della porta. I ragazzi del Bovino sono veloci e sguscianti e un maldestro retropassaggio del playmaker di casa mette il rapido Silvestri davanti all’incolpevole Mazzantini. Tiro, rete ed ospiti in vantaggio al 13° minuto.

Serpeggia il malumore in panchina e sugli spalti. Non si poteva iniziare peggio la gara. Ma i ragazzi di Di Claudio si danno la scossa e subito si dannano per portare la partita in parità.

Al 20° punizione sulla trequarti per il Sammarco: Saverio Colletta pennella un cross dei suoi che scavalca il marcatore di Luigi Villani, il quale, appostato in area, stoppa la palla pronto a calciare; interviene il n° 5 la Torre che falcia letteralmente l’ingegnere. Petronelli fischia deciso indicando il dischetto: rigore per i Granata. Villani sistema la palla, prende la rincorsa e tira alla destra del portiere Lobozzo che intuisce la traettoria, ma non può raggiungere la palla mandata precisissima a fil di palo in rete. Pari uno.

Ristabilita la parità la Polisportiva comincia a giocare come sa e macina azioni su azioni cercando il vantaggio. Al 28° è Nicola Potenza ad essere pericoloso con un calcio di punizione da posizione defilata sulla sinistra. Palla fuori di poco.

Quattro minuti dopo è Ianzano che scappa sulla sinistra e fa partire un velenoso diagonale che sfiora il palo alla sinistra del portiere.  Al 34° ancora una pennellata di Colletta becca a centro area sempre Ianzano che di testa manda alto.

Al 35° altra ghiotta occasione: Ianzano giunge a fondo campo, penetra in area scavalcando due avversari, cerca di beffare Lobozzo tirando sul primo palo, il portiere respinge, la palla va sui piedi di Potenza che calcia praticamente a porta vuota ma il centrale verde, La Torre, interviene in scivolata respingendo miracolosamente il tiro, negando così al n° 8 sammarchese la gioia del goal.

Al 36° si vede il Bovino in attacco con un calcio di punizione che Ruggieri neutralizza in tuffo sul primo palo.

Al 37° arriva finalmente il goal del vantaggio granata con una splendida azione in velocità: bomber Villani stoppa e difende una palla a centrocampo, serve sulla sinistra l’ottimo Ianzano che giunto quasi a fondo campo fa partire un cross verso l’area dove è appostato l’onnipresente Carmine Ciavarella che all’altezza del secondo palo colpisce di testa mettendo la palla al centro dove come una furia arriva l’ingegnere che al volo, di sinistro, manda in rete. Pubblico in visibilio e doppietta per Luigi Villani. 2 a 1 per i padroni di casa.

Al 40° altro calcio di punizione per il Bovino. Tiro insidioso che Tenace spazza fulmineo prima che rimbalzi davanti a “Mazzantini”.

Al 42° altra occasione per Ianzano, Lobozzo para. Al 45° bel cross dalla sinistra di Alex Villani che becca l’altro Villani a centro area che scarica sull’accorrente Ciavarella che da ottima posizione tira forte, ma alto sulla traversa.

Allo scadere della prima frazione arriva il terzo goal del Sammarco: ancora una volta Villani recupera una palla a centrocampo scarica sulla sinistra, la palla la riceve Ianzano che avanza di qualche metro e disegna un traversone basso al bacio che passa tra difensore e portiere e che l’ingegnere, scattato in avanti sulla destra, non deve far altro che spingere in rete. Tre a uno e tripletta per Luigi Villani che si porterà il pallone a casa!

La ripresa è scoppiettante. Al 1 minuto tiro-cross di Ianzano dalla destra, un difensore del Bovino interviene sul primo palo mandando clamorosamente la palla in rete. Autogoal e 4 a 1 per i Granata!

Dopo appena due minuti il Bovino accorcia le distanze: secondo retropassaggio sbagliato e ancora una volta il giovane Salvatore Silvestri (classe 2001) si getta rapidissimo sul pallone e si trova da solo in area mettendo il pallone alle spalle di Ruggieri. 4 a 2.

Potenza prova subito ad allungare il vantaggio ma Lobozzo devia in angolo.

Al 5°minuto del secondo tempo è Raffaele Ianzano a metter il sigillo sulla partita, fa partire dalla destra un diagonale imparabile che si insacca in rete. 5 a 2!

Ma il Sammarco non è ancora assuefatto. Provano a segnare sia Ciavarella che Colletta, Lobozzo para.

Al’8° minuto Nico Potenza si riscatta. Punizione da sinistra battuto dal solito Colletta. Palla ben tagliata a centro area, Michele Cursio, portatosi in avanti cerca di deviare in porta, la palla finisce invece sui piedi di Potenza che da due passi insacca in rete. 6 a 2 per i padroni di casa e risultato in frigorifero.

Di Claudio inizia a mettere in campo forze fresche: esce un esausto Nico Potenza ed entra il pimpante Walter Giuliani.

Ma il Bovino Calcio non getta i remi in barca e continua a correre e giocare sospinto dal proprio instancabile playmaker basso Denis Osei, mai domo, pur sotto un passivo ormai pesante. Al 12° Mazzantini deve neutralizzare un pericoloso tiro da fuori area.

Nel minuto successivo bella azione in velocità dei Granata: L. Villani riceve a centrocampo, scarica la palla su Giuliani che a sua volta serve Ianzano che si invola sulla destra, fa partire un cross perfetto sul quale si avventa Masullo che a pochi metri dalla porta al volo di sinistro spara alto.

Poi è capitan Bonfitto a dover uscire al 14° del s. t. per un lieve risentimento. Al suo posto entra Antonio Mimmo.

Al 19° ancora il Bovino si rende pericoloso con un calcio di punizione.

Al 21° percussione personale di Ciavarella che con il portiere in uscita fa partire un tiro che però finisce di poco al di sopra dei legni.

Al 23° è il nuovo entrato Giuliani ad avere una buona opportunità, palla fuori.

Al 24° esce Alex Villani, buona la sua prima prestazione da titolare, ed entra il roccioso Michele Massaro, (esordio stagionale per lui) che entra subito in partita lottando come una furia su tutti i palloni.

Lascia il terreno di gioco anche l’applauditissimo Luigi Villani, autore dell’ennesima tripletta, gli subentra il giovanissimo Giuseppe Ramunno. Antonio Cursio invece prende il posto di Ciavarella.

Al 36° i nuovi entrati si mettono in mostra: l’inesauribile Masullo ruba una palla a centrocampo, superando due avversari con un palleggio, si spinge in avanti, all’altezza della lunetta passa a destra a Ramunno che tenta un tiro che, respinto da un difensore verde, finisce sui piedi di Antonio Cursio che di sinistra insacca nell’angolo basso a destra. 7 a 2!

Ramunno poi ci riprova con una torsione di testa, palla fuori.

Al 43°ennesima azione d’attacco granata, l’inossidabile Ianzano penetra in area dalla destra, ma l’irruento Osei lo falcia con un brutto fallo che costringe il fantasista granata ad uscire dolorante dal campo.

Polisportiva in dieci uomini e calcio di rigore da battere. Tutti i compagni indicano il giovane Ramunno come il destinato a tirare la massima punizione. Troppa pressione e forse troppa emozione giocano un brutto scherzo all’attaccante che tira la sfera a destra senza troppa forza, così Lobozzo riesce a deviare, evitando alla squadra ospite un passivo ancor più pesante. Triplice fischio e giocatori di casa in festa.

Bella partita e gran divertimento al “Tonino Parisi” ancora una volta.

Così ha commentato a fine partita mister Di Claudio: “Riprendiamo il nostro cammino avendo avanti l’obiettivo che ci siamo prefissati, ma testa, cuore e gambe devono andare in simbiosi per ottenere grandi prestazioni. Mai sottovalutare l’avversario. Tutte le restanti partite dovremo viverle come delle finali. Il gruppo esalta i singoli, si gioca da squadra sempre. Le insidie infatti sono dietro l’angolo, non bisogna mai mollare. Alla base di tutto deve esserci divertimento e voglia di superarsi. Solo così potremo raggiungere grandi risultati.”

Domenica prossima la non facile trasferta di Celle San Vito attende i Leoni Granata, sono questi i campi più insidiosi, quelli da non sottovalutare. Forza Granata!

Il prossimo turno (15^ giornata): Lesina-Poggio Imperiale; Celle di San Vito-Polisportiva Sammarco; San Giovanni Rotondo-Stella Azzurra Troia; Elce Deliceto-Gioventù Calcio Cerignola; San Nicandro Calcio-Gs Sant’Agata; Audax San Severo-Città di San Nicandro; riposa Bovino

MARCATORI POLISPORTIVA

11 IANZANO Raffaele e VILLANI Luigi;
7 TOTTA Luigi;
6 POTENZA Nicola;
5 POTENZA Simone;
2 CIAVARELLA Carmine;
1 BONFITTO A., COLLETTA Saverio. CURSIO A., CRESCENZI M., MASULLO A., TENACE Giuseppe