Emergenza CORONAVIRUS a San Marco in Lamis: continua l’opera di sanificazione di strade, tombini e grate. Nessun contagio registrato oggi

Print Friendly, PDF & Email

A tutela dell’igiene pubblica, in un momento di forte allarme per il rischio di contagio da Covid-19 qui a San Marco in Lamis, per la seconda volta il Comune ha avviato pulizie straordinarie di grate, tombini, caditoie e delle pertinenze stradali (urbane ed extraurbane) con calce idrata.

Sono partiti nella notte e sono tuttora in corso, gli interventi di sanificazione straordinaria di grate, tombini, caditoie e delle pertinenze stradali sia urbane che extraurbane (laddove presentavano cumuli di rifiuti) da parte della “Edilverde”. È stato Palazzo Badiale a dare l’input alla ditta di ripetere le pulizie straordinarie come misura di igiene pubblica contro il propagarsi del Covid-19 in città.

Intanto è notizia di oggi di un briefing tra il sindaco Michele Merla, il consigliere delegato alla P. C. Luigi Tricarico e la locale stazione dei Carabinieri (luogo dell’incontro) in cui si è discusso dell’inasprimento e dell’intensificazione, a partire già da domani, dei controlli sulle persone e sui locali in generale, dopo che, notizia dell’ultima ora, l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha dichiarato la Pandemia Globale. I posti di blocco in tutta la città saranno a cura di Carabinieri e Polizia Locale. Ricordiamo che le trasgressioni saranno punite penalmente.

Primo cittadino che tiene a ringraziare personalmente, e a nome di tutta la città, la suddetta ditta “Edilverde” e tutti i componenti della locale Protezione Civile per lo straordinario lavoro di prevenzione di contenimento del virus che stanno mettendo in atto stoicamente da ormai diverse settimane.

Buone notizie arrivano dal fronte sanitario, dai tamponi di oggi infatti, non risultano ulteriori casi di contagio da Covid-19 nella nostra città per il secondo giorno consecutivo.