San Marco in Lamis, scoppia focolaio nella RSA: 3 operatori e 4 pazienti contagiati

Print Friendly, PDF & Email

Il virus è arrivato anche nel PTA di San Marco in Lamis e nello specifico all’interno della RSA situata nella struttura sanitaria dell’ex ospedale “Umberto I”.

L’infezione da Covid-19 sarebbe stata introdotta da un operatore sanitario venuto in contatto con un precedente focolaio presente in paese. Dai tamponi effettuati, e che sono tuttora in corso, poco fa è arrivato l’esito: 3 operatori sanitari e 4 degenti sono risultati positivi al Coronavirus.

I 3 sanitari sono stati messi in quarantena. Mentre per i 4 pazienti, 2 sono stati spostati nell’area Covid della RSA (una stanza già approntata dove isolare i pazienti positivi, ove non sia necessario il ricovero in ospedale) e 2 prossimi al ricovero in un nosocomio della provincia.

A confermare la notizia è il primo cittadino, Michele Merla, il quale ha fatto sapere di essere in stretto contatto con la Direzione Generale e con il Dipartimento di Prevenzione della ASL di Foggia per le eventuali azioni di competenza da mettere in campo.

«Il trend dei casi purtroppo è in aumento. Per questo – ha sottolineato Merla – è estremamente necessario seguire le disposizioni e i consigli impartiti circa le misure di contenimento previste per contrastare il diffondersi del contagio da Coronavirus».

Seguono aggiornamenti.