Merla a tutto campo su numero dei contagi, “Fase 2”, tributi comunali e aperture

Print Friendly, PDF & Email

Nota a cura del Sindaco di San Marco in Lamis, Michele Merla

Apprendiamo con dispiacere dal Direttore Generale della ASL Dott. Vito Piazzolla, tramite un’intervista rilasciata ad un quotidiano, che San Marco in Lamis ha 66 contagiati dall’inizio della pandemia di Covid – 19.

Avremmo preferito che queste notizie venissero comunicate direttamente anche a noi, visto che, dai bollettini informativi che ci giungono dalla Prefettura ogni due o tre giorni, ci risulta che i contagi dall’inizio della pandemia sono 54, così suddivisi: 38 positivi, 16 guariti e 7 decessi.

Due sono i focolai importanti: uno familiare, a cui stiamo prestando assistenza e supporto insieme al personale della ASL, e un altro sviluppatosi recentemente all’interno del locale PTA, nel reparto RSA per la precisione, al controllo del quale risulta impegnato tutto il personale della struttura. Il resto dei contagi interessa, inevitabilmente, i nostri concittadini operatori sanitari operanti su molte delle strutture sanitarie della Provincia di Foggia. In questo’ ultimo caso parliamo di più di un centinaio di operatori sanitari, a cui va il nostro ringraziamento per lo straordinario lavoro che stanno facendo e che dovrebbero tenere a mente quelli che hanno denigrato la nostra città e i suoi abitanti.

LA FASE 2.  Il mio appello ai cittadini è di usare cautela ed intelligenza. Bisogna continuare a praticare il distanziamento sociale ed utizzare le norme igieniche sanitarie dettate. Raccomandazioni riferite in particolare alle attività produttive e commerciali che riapriranno in questa fase (bar, pasticcerie, pizzerie, ristoranti e cantieri edili)!

Cauti ed accorti dovranno essere coloro che ritorneranno a fare attività fisica. Il campo sportivo verrà riaperto, ma con regole ed orari ben precisi sulla sua fruizione.

Per il cimitero invece, vi preciso che non riaprirà lunedì 4 maggio, essendo ancora interessato da lavori di disinfestazione e pulizia straordinaria. Di concerto con le associazioni di volontariato verranno stabilite le modalità di regolamentazione dell’afflusso dei visitatori.

Con riferimento alle attività commerciali e al pagamento dei tributi comunali, questione periodicamente sollevata da alcuni gruppi di minoranza e proprio ieri dal Consigliere Coco – che potrebbe fare proposte più che lamentele – ricordiamo che qualche settimana fa, in sede di riunione con i capi gruppo consiliari, abbiamo illustrato il piano per il rinvio del pagamento degli stessi. Precisando che per la TOSAP (tassa occupazione suolo pubblico) e la TARI (tributo per la raccolta rifiuti) nulla è stato ancora deliberato stante l’esigibilita’ nel secondo semestre dell’anno, aggiungendo che, se lo stato di difficoltà economica legato alla pandemia dovesse continuare, ne posticiperemo ancora il pagamento, salvo diverse disposizioni governative.

Sempre in proposito, è stata confermata la sospensione delle attività di recupero coattivo dei tributi comunali relativi agli anni precedenti e la sospensione dei pagamenti rateizzati.

Nelle ultime settimane circa 500 famiglie hanno ricevuto il buono alimentare, distribuzione che continuerà anche la prossima settimana per evadere le richieste arrivate in ritardo di famiglie in difficoltà.

Ricordo a tutti che dal 4 maggio non ci si potrà spostare in altri comuni senza giusto motivo (salute, lavoro o assoluta necessità) e sempre muniti di autocertificazione. Coloro che ritornano in Puglia da altre regioni devono comunicarlo alla ASL e sottoporsi alla quarantena di quattordici giorni, come da provvedimento del Presidente della Regione Puglia.

Sarà mia premura comunicare tutte le decisioni che verranno prese prossimamente nella certezza che tutti i cittadini sapranno essere responsabili ed attenti alla propria salute e a quella di tutti noi.