Intensificati i controlli della Polizia di Stato nell’Alto Tavoliere

Print Friendly, PDF & Email

Nel corso della settimana sono stati intensificati i servizi di controllo del territorio predisposti al fine di prevenire reati di carattere predatorio a San severo e nei paesi limitrofi. Identificato l’autore di due furti. Arrestato un giovane molisano per detenzione di sostanze stupefacenti.

Nel corso dei suddetti servizi che hanno coinvolto gli Agenti del Commissariato cittadino e il Reparto Prevenzione Crimine “Puglia Settentrionale” sono state effettuate numerose attività di controllo anche nelle zone periferiche delle città, nonché agli esercizi commerciali e nelle aree di maggiore concentrazione di persone, specie nelle ore serali e notturne.

Sono stati  effettuati 46 posti di controllo, nel corso dei quali sono state controllate 757 persone, di cui 139 pregiudicati e sono state elevate 29 contravvenzioni al Codice della Strada.

L’1 luglio u.s. , Agenti  del Reparto Prevenzione Crimine  nel corso di un servizio di prevenzione e repressione dei reati in genere,  nel transitare lungo  Via San Bernardino, controllavano due giovani incensurati, uno dei quali consegnava spontaneamente ai poliziotti un involucro in cellophane trasparente, contenente  sostanza di colore bianco, verosimilmente cocaina, per un peso di circa 1 grammo.

Dalla perquisizione personale che ne conseguiva, veniva rinvenuto addosso alla stessa persona, celato nelle parti intime, un ulteriore involucro in cellophane trasparente, del tipo eroina per un peso di circa 10 grammi.

Alla luce di quanto emerso il fermato un giovane di 25 anni, molisano, dopo le formalità di rito veniva tratto in arresto per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Agenti del Commissariato di P.S. di San Severo hanno denunciato un uomo di 31 anni, pregiudicato, per furto aggravato.

Il primo furto è avvenuto presso  una farmacia di questo centro cittadino. L’uomo, probabilmente con un complice, si introduceva all’interno dell’esercizio commerciale e dopo aver eluso il controllo del personale asportava della merce dagli scaffali. A seguito dell’attività di indagine, venivano acquisite le immagini delle telecamere del sistema di videosorveglianza, la cui visione consentiva di individuare il responsabile,  già conosciuto dal personale del Commissariato, il quale veniva deferito all’A.G.

Lo stesso personaggio è stato riconosciuto quale autore di un furto di autovettura avvenuto sempre in questo centro. Anche in questo caso si è rivelato prezioso il lavoro della polizia scientifica che ha analizzato attentamente le immagini a circuito chiuso dei sistemi di videosorveglianza della zona, individuando l’uomo. Per entrambi i fatti l’indagato deve rispondere di furto aggravato.

Nella giornata del 3 luglio Agenti del Reparto Prevenzione Crimine, nel transitare in una zona centralissima della città, notavano un gruppo di persone stazionare in via dei Quaranta. Questi alla vista della volante si davano alla fuga, ne nasceva un inseguimento in auto e poi a piedi fino a Via Soccorso, dove gli ignoti si disfacevano di un sacchetto di cellophane facendo perdere le loro tracce. Il sacchetto rinvenuto e sequestrato conteneva circa 100 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana.