Coronavirus, tutti negativi alla RSSA “Opera Pia Gravina” di San Marco in Lamis

Print Friendly, PDF & Email

In considerazione alla notizia diffusa oggi, circa un focolaio di COVID-19 presso la Fondazione Pia Michelina ed Eugenia Gravina – Onlus, i vertici della RSSA hanno ritenuto opportuno puntualizzare quanto segue.

«Da martedì u.s. – scrivono in una nota la segretaria Ilaria Spagnoli e il presidente Alfredo Pitullo – siamo venuti a conoscenza di un caso positivo, per fortuna asintomatico, che ha riguardato una nostra operatrice, che speriamo di riavere presto, che in realtà già da alcuni giorni non frequentava la struttura. Immediatamente abbiamo dovuto sospendere le visite da parte dei parenti degli ospiti, che già avvenivano secondo il rigido protocollo adottato in conformità alle indicazioni della Regione Puglia, e rimandato l’apertura della scuola dell’infanzia benché gli ambienti siano totalmente indipendenti ed il personale dedicato alla sola didattica scolastica.

Nelle ore successive è stato allertato il SISP di San Severo, il Sindaco ed i referenti della ASL per decidere la procedura più idonea da seguire. C’è stata grande sinergia e tempestività nell’avviare l’iter per effettuare lo screening sia sul personale sia sugli ospiti, sulle suore ed il cappellano.

In realtà occorre precisare che già da alcuni giorni era in programma lo screening sierologico, su base volontaria, su tutto il personale che opera presso la struttura.

Nel pomeriggio di giovedì u.s. dall’equipe del dott. Antonio Giuliani, cui va un sentito ringraziamento, sono stati eseguiti i tamponi su tutto il personale (personale amministrativo e sanitario, suore, il cappellano ed i membri laici del Consiglio di Amministrazione) e gli ospiti della Fondazione. È di poco fa l’attesa notizia, da parte della sempre disponibile e cortese dott.ssa Antonacci della ASL, circa l’esito negativo di tutti i tamponi.

Non possiamo non ringraziare il personale per la grande professionalità e disponibilità manifestato anche in questa circostanza…. che in realtà per chi frequenta la struttura è cosa ben nota da tempo.

Un ringraziamento va al Sindaco Michele Merla per la sua celere disponibilità ed intraprendenza come pure va riconosciuta l’attenzione mostrata dalla ASL per la nostra struttura e per i nostri ospiti.

La stagione autunnale, e con essa le influenze, è solo all’inizio ed occorre tenere sempre viva l’attenzione per il rispetto delle poche, semplici ma uniche ed efficaci regole che possiamo utilizzare per contenere il propagarsi del virus e per non vanificare il lavoro che è stato fatto sin ora.

La scuola dell’infanzia riprenderà a funzionare da lunedì 28 settembre ed auguriamo ai più piccoli di trascorrere un anno pieno di gioia.

Purtroppo, le visite da parte dei parenti degli ospiti, stante il trend dei contagi diffusi, restano sospese ci auguriamo solo per alcune settimane. È una scelta dolorosa, come lo è stata nei mesi scorsi, ma è l’unica arma a difesa dei più fragili.

In ultimo – concludono – confidiamo sempre nel rispetto delle poche essenziali regole da parte di tutti per la tutela della salute di ciascuno di noi».