San Marco in Lamis, ecco come funziona il Superbonus al 110%: se ne parla in Villa Comunale

Print Friendly, PDF & Email

Venerdì 11 settembre 2020, alle ore 19,00, nella villa comunale di San Marco in Lamis, si terrà un incontro pubblico dal titolo: “Superbonus in edilizia del 110%: un’occasione di riqualificazione urbana e di rilancio economico della città”.

L’incontro, vista l’attenzione che suscita l’argomento sia per le famiglie sia per gli addetti ai lavori (imprese, professionisti, tecnici), è organizzato e promosso dall’Amministrazione Comunale di San Marco in Lamis ed intende analizzare le numerose novità del Superbonus previste dal decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (c.d. Decreto Rilancio), recentemente convertito con modificazioni dalla legge 17 luglio 2020, n. 77. Attraverso gli interventi dei relatori saranno affrontate le tematiche fiscali, giuridiche e tecniche nonché gli aspetti relativi alla cessione del credito ed ai rapporti con le banche, al fine di avere in questo modo una visione più completa dell’incentivo e individuare i nodi critici ancora presenti a livello normativo.

Il Superbonus è un’agevolazione prevista dal Decreto Rilancio che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, per specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi antisismici, di installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici. Le nuove misure si aggiungono alle detrazioni previste per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, per la riduzione del rischio sismico (c.d. Sismabonus) e di riqualificazione energetica degli edifici (cd. Ecobonus).
Tra le novità introdotte, è prevista la possibilità, al posto della fruizione diretta della detrazione, di optare per un contributo anticipato sotto forma di sconto dai fornitori dei beni o servizi o, in alternativa, per la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante.

E’ previsto inoltre uno spazio per eventuali quesiti da porre ai relatori.

La cittadinanza è invitata a partecipare.

Si ricorda che ai sensi della normativa vigente di prevenzione e contrasto alla diffusione del Covid-19, i partecipanti all’incontro dovranno essere muniti di dispositivi di protezione personale fermo restando il rispetto del distanziamento sociale.