Covid, studenti e pendolari a rischio contagio: «Vigilare e potenziare le corse»

Print Friendly, PDF & Email

«Preso atto della continua evoluzione, purtroppo in senso negativo, dello stato emergenziale riconducibile alla pandemia da Covid 19 e tenuto conto delle disposizioni governative emanate sia a livello centrale sia a livello territoriale per contenere il diffondersi del virus, si è avuto modo di constatare che, spesso, a bordo degli autobus di codesta Spett.le Società vi è la totale mancanza di misure atte a tutelare la salute dei passeggeri».

È quanto denuncia un utente in una lettera inviata agli organi di stampa e ai vertici della Sita Sud, azienda titolare del servizio di trasporto pubblico automobilistico extraurbano in Puglia, nonchè alle massime istituzioni provinciali e regionali.

«Nella fattispecie – aggiunge – si rappresenta che, specie in concomitanza delle corse destinate agli studenti e ai pendolari sulla tratta Monte Sant’Angelo-Foggia e ritorno, non vengono attuate le misure di prevenzione disposte per legge a partire dal cosiddetto “distanziamento sociale” visto che, oltre all’occupazione della totalità dei posti a sedere, vi sono numerosi viaggiatori in piedi».

Infine conclude: «Con la presente si vuole sollecitare la Società in indirizzo e gli Enti cui la presente è diretta per conoscenza a prendere i dovuti provvedimenti quali, ad esempio, il potenziamento delle corse in determinate fasce orarie e vigilare per una maggiore attuazione delle misure preventive e contenitive».