Covid V-day: vaccinati ospiti e operatori sanitari della RSA di San Marco in Lamis

Print Friendly, PDF & Email

“Concluse ieri le operazioni di somministrazione delle prime 505 dosi di vaccino anti covid in Puglia. Ringraziamo tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita del Vaccine Day, a chi in queste ore sta testimoniando a parole e con gesti concreti l’importanza di credere nella scienza per tutelare la propria salute e quella degli altri. La macchina organizzativa in Puglia ha funzionato bene. La stessa attenzione sarà messa quando arriveranno le nuove dosi di vaccino, circa 95 mila dosi per la nostra regione, a partire da gennaio”. Sono le parole del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e dell’assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco.

Per quanto riguarda la ASL di Foggia, la prima somministrazione “simbolica” di 60 dosi di vaccino anti-COVID è stata effettuata dalle squadre di vaccinatori della ASL in quattro differenti postazioni dislocate sul territorio provinciale, tra queste anche la RSA del P.T.A. di San Marco in Lamis alla quale sono state assegnate 10 dosi, successivamente inoculate a operatori sanitari e ospiti della struttura dislocata presso l’ex Ospedale “Umberto I”.

“Essere stati scelti tra le prime quattro strutture della provincia, oltre ad essere motivo di orgoglio per l’intera città, è un riconoscimento all’alto livello qualitativo raggiunto nel nostro PTA”, ha rimarcato il dott. Michele Ciavarella, direttore del Distretto Socio Sanitario di San Marco in Lamis.


L’assessore alla Sanità regionale Pier Luigi Lopalco