Imprese, M5S: «Grazie a superbonus 110% nel 2020 nate 85 aziende edili in provincia di Foggia»

Print Friendly, PDF & Email

Nonostante la crisi generata dal Coronavirus saldi positivi anche nei settori di attività immobiliari, alloggio e ristorazione, sanità e assistenza sociale

“Al temine di un anno durissimo, quel 2020 che sarà ricordato per lo scoppio della pandemia da coronavirus, il settore delle costruzioni grazie alla misura del Superbonus 110% voluta dal Movimento 5 Stelle, mostra la sua resilienza con un saldo positivo sia livello nazionale che in provincia di Foggia. A livello provinciale sono 85 le aziende edili nate con una saldo positivo del 1,19% rispetto al 2019. A livello nazionale 10.180 nuove realtà imprenditoriali nate lo scorso anno nell’edilizia, con un incremento dell’1,23% su base annua”, lo dichiarano in una nota i parlamentari del Movimento 5 Stelle eletti in Provincia di Foggia.

“Questo nonostante il contesto fortemente compromesso dal lockdown, confermano la bontà dell’intuizione che il Movimento 5 Stelle ha avuto nel mettere a punto una norma dai tanti aspetti benefici in campo ambientale e sul piano del lavoro- commentano i parlamentari pugliesi del M5S, Marialuisa Faro, Carla Giuliano,Giorgio Lovecchio, Rosa Menga, Gisella Naturale, Marco Pellegrini.

“Il Superbonus 110% rappresenta la misura simbolo della nostra visione, un esempio di norma utile al tempo stesso per le famiglie, per le imprese e l’occupazione e per l’ambiente. Proprio oggi, il governo ha anche messo a disposizione dei cittadini un sito internet dedicato al quale poter inviare richieste di chiarimento sulla sua applicazione” spiegano i parlamentari penta stellati .

“Superato lo scoglio di questa crisi di governo insensata – riprendono – lavoreremo per estendere ancora di più la portata e la durata di questa norma centrale per il rilancio dell’economia e per improntare su questo approccio anche il lavoro di messa a punto ulteriore delle misure contenute nel Piano nazionale per la ripresa e la resilienza”- spiegano.

“Sempre a livello provinciale si segnala la crescita di nuove aziende nel settore, attività immobiliari, alloggio e ristorazione, sanità e assistenza sociale, con un saldo positivo in termine numerico e percentuale rispettivamente del 7,29%, 2,89%,4,19%“, concludono i parlamentari pentastellati.