UdC, Amministrazione Merla: sovranità limitata per vigili, Parco dei Dinoasuri, Via Francigena; riserva esclusiva per manager del commercio

Print Friendly, PDF & Email

Una delle ultime deliberazioni della Giunta Merla (n. 59 del 29.04.2019) riguarda l’utilizzazione della graduatoria del Comune di Apricena per l’assunzione di vigili urbani. In altri termini, i nostri amministratori rinunciano alla prerogativa di provvedere a selezionare i propri vigili, escludendo, così, tanti giovani sammarchesi dall’opportunità di lavorare, come se le famiglie di questi non pagassero le tasse a San Marco”.

A dirlo è la Sezione UdC di San Marco in Lamis.

“Sempre sulla polizia municipale – continua la nota – l’Amministrazione Merla dovrebbe dire che fine hanno fatto i tanto sbandierati accordi con San Giovanni Rotondo, Comune al quale il Sindaco Merla ha delegato, tra l’altro, la gara per la segnaletica del percorso della Via Francigena, anch’esso fatto decidere a soggetti che con San Marco non hanno niente a che vedere e che, infatti, hanno escluso il centro abitato del nostro comune da tale percorso.

Ma non c’è da meravigliarsi, perché anche il Parco dei Dinosauri è stato affidato alla “Green Solution” di San Giovanni Rotondo: chissà se il Sindaco Merla ed i suoi assessori ci spiegheranno mai le ragioni di questo cambio di gestione: eppure, il Comune di San Marco in Lamis è direttamente interessato in quanto parte dei proventi di questa struttura (nessuno ci sa dire quanto) dovrebbero entrate nelle casse del Comune (o no?).

Per quanto riguarda, invece, il “manager” del Distretto diffuso del Commercio, la scelta è caduta su un sammarchese doc e, in questo caso, dobbiamo dare atto che l’assessore al ramo, Alessio Villani, ha saputo ben esercitare le sue prerogative.

Però, qualche perplessità dobbiamo manifestarla in ordine a possibili conflitti di interesse, in quanto chi opera nel settore dell’urbanistica e dell’edilizia, che comprende anche destinazioni d’uso di aree ed edifici a scopi commerciali, aree di parcheggio, viabilità, non sempre potrebbe garantire la dovuta imparzialità.

Chissà se Sindaco e Assessori (e perché no qualche esponente di partito) daranno qualche spiegazione ai cittadini”.