Incidente mortale sulla San Marco – San Severo, conducente del furgone aveva assunto droghe

Print Friendly, PDF & Email

Lo scorso 3 maggio, agenti della Polizia Stradale di San Severo, sono intervenuti sulla SS 272 al Km. 7 intersezione con la SP 27 in agro di San Severo. La pattuglia giunta sul posto alle ore 10,15, su segnalazione della Sala Operativa della Sezione Polizia Stradale di Foggia, ha constatato la presenza di due veicoli incidentati entrambi fuori della carreggiata stradale. Una Fiat Stilo, completamente capovolta, al cui interno vi era il corpo esanime del conducente ed un Iveco Daily rovesciato sul fianco, con all’interno due persone poi trasportate a Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo. Sul posto anche i Vigili del Fuoco di San Severo ed il medico del 118 che ha constatato, alle ore 10 circa, il decesso del conducente della Stilo, Antonio Ferrante, 61 anni, originario di Bisceglie. Verso le ore 11, acquisiti gli elementi necessari sul sinistro, si è proceduto alla comunicazione del fatto alla Procura che ha autorizzato la rimozione della salma, traslata presso l’obitorio dell’ospedale di San Severo.

Alla presenza dei familiari del deceduto, giunti nel frattempo sul posto, si è proceduto alle operazioni di rito sul cadavere consistenti nella identificazione e ricognizione. Entrambi i veicoli coinvolti nel sinistro sono stati sequestrati ed affidati al Soccorso Stradale. Successivamente la pattuglia si è portata presso l’Ospedale di San Giovanni Rotondo dove ha acquisito i referti dei due feriti, per loro prognosi di 7 e 15 giorni. Nel contempo è emerso che gli esami tossicologici ed alcolemici del conducente avevano dato esito positivo per le sostanze stupefacenti e nei suoi confronti si è proceduto al ritiro immediato della patente di guida. Relativamente alla dinamica del sinistro e ai rilievi descrittivi, planimetrici e fotografici il conducente del Fiat Iveco Daily è stato deferito all’A.G. per i reati di cui all’art. 187/1 C.d.S. nonché dell’art. 589 bis del Codice Penale per aver guidato in stato di alterazione dovuto all’assunzione di sostanze stupefacenti e di aver avuto una condotta di guida tale da essere stato coinvolto in incidente stradale per il quale si è verificato il decesso di una persona.