UdC: «Il Sindaco che fa finta di essere sordomuto, mentre qualche assessore vende merce non sua»

Print Friendly, PDF & Email

La Sezione UdC di San Marco in Lamis ha diffuso la seguente nota…

Avevamo chiesto al Sindaco, o a chi per lui (compresi esponenti di partiti in passato assai loquaci), di dare risposte alle domande di chiarimento da parte dei cittadini sull’assunzione di vigili urbani, sulla perdita della gestione del Parco dei Dinosauri, sulla Via Francigena, sul manager del commercio (ora aggiungiamo anche l’assunzione di assistenti sociali).

Sull’assunzione dei vigili, l’assessore Sassano, anziché spiegare perché i giovani sammarchesi non potranno partecipare a questa opportunità di lavoro, ci propina la solita solfa del dissesto, dimenticando, come sempre, che  deve ringraziare, oltre a tanti esponenti della sua parte politica, anche il dott.Merla, in qualità di assessore di precedenti amministrazioni, per aver contribuito a portare San Marco al fallimento, come ben si capisce (ma tanto continueranno a far finta di non saper leggere) dalla Relazione del Revisore dei Conti sulle cause che hanno determinato il dissesto (da pag. 9 in poi) che alleghiamo e che consigliamo ai cittadini amanti della verità di leggere (è consultabile anche sul sito del comune proprio alla sezione sul dissesto).

Per quanto riguarda il Parco dei Dinosauri, stesso atteggiamento di reticenza: i cittadini non devono sapere perché  siamo passati da una società di San Marco ad una di San Giovanni; né devono i cittadini conoscere gli introiti del Comune per questa struttura tutta sammarchese (anche sugli introiti del parcheggio e del Parco Avventura,  se ancora funziona, bisognerebbe dire qualcosa). Ed il Sindaco non può sottrarsi, perché l’Ente Parco ha inviato al Comune la determinazione del nuovo affidamento (n. 49 del 18.03.2019) per gli “adempimenti di competenza” (quali sono?).

Allo stesso modo, l’assessore Alessio Villani, anziché dirci pure lui qualcosa su queste strutture scippate a San Marco e sulla nomina del manager del commercio (c’è o no qualche conflitto di interessi?), non trova di meglio da fare che polemizzare con cittadini ed associazioni (che, al contrario, andrebbero solo elogiate ed incoraggiate), perché evidentemente sono ben altri gli affari (nel senso dei dossier) da cui è preso.

Sulla Via Francigena, stesso copione: il sindaco ci ha svenduti a San Giovanni per la gara di appalto della segnaletica e ad altri forestieri per il percorso, dimenticando che il Piano di Rigenerazione Urbana era incentrato proprio sul percorso dei pellegrini, per cui i finanziamenti rischiano di essere “utilizzati” per scopi impropri.

Infine, vorremmo che l’Assessore ai Servizi Sociali, dott.ssa Ferro, ci chiarisse anche lei qualcosa sull’assunzione di assistenti sociali ed altre figure presso l’Ambito, di cui il Comune di San Marco è solo capofila (anche se, veramente, dovrebbe esserci un consorzio a gestire).

Assodato che, come ben si capisce dalla Determinazione n.571 del 11/09/2018 della Regione Puglia, che pure alleghiamo, ha fatto tutto la Regione, chiediamo all’Assessore Ferro se i giovani di San Marco, a suo tempo, sono stati avvertiti, ufficialmente e pubblicamente, della opportunità di partecipare alla selezione per queste assunzioni.

Allegati:

  1. Relazione Revisore dei Conti
  2. Determinazione Regionale Servizi Sociali