Chiama il 112 e impedisce furto d’auto, Carabinieri: “Senso civico unico strumento di riscatto sociale”

Print Friendly, PDF & Email

Nella prima mattina di ieri un cittadino del capoluogo, notato un soggetto che si aggirava con fare sospetto tra le auto in sosta lungo via Gioberti, ha “investito” pochi secondi del proprio tempo, a costo zero visto che la telefonata al 112 è gratuita sia dai telefoni fissi che da quelli cellulari, per segnalarlo alla Centrale Operativa dei Carabinieri.

Una pattuglia della Sezione Radiomobile del NORM della Compagnia cittadina è subito intervenuta nella zona indicata e, dopo una breve ricerca, è riuscita ad individuare l’uomo. Immediatamente fermato, identificato e perquisito, i militari dell’Arma hanno trovato nella disponibilità del 47enne pregiudicato del posto, tra ciò che aveva addosso e quanto trovato nella sua auto parcheggiata a poca distanza, il “kit del provetto ladro di auto”, in particolare per l’accensione senza la chiave di veicoli del gruppo Fiat-FCA, quali un grimaldello artigianale utilizzato come chiave di accensione, il c.d. “spadino”, ed un connettore elettrico standard tipo ODB-II, normalmente utilizzato come interfaccia per la diagnostica di centraline auto, ma prezioso nei furti per l’azzeramento della memoria per mettere in moto i veicoli, e altro ancora.

L’uomo, evidentemente con il “vizio” del furto nonostante una regolare professione da artigiano, è quindi stato denunciato a piede libero per possesso di chiavi alterate e tentato furto di autovettura.

I Carabinieri di Foggia si uniscono idealmente ai residenti della zona nel ringraziamento all’anonimo passante che, grazie al proprio senso civico, ha prevenuto e impedito l’ennesimo furto di auto, nella considerazione che se questo “sentire” fosse anche leggermente contagioso, la città non verrebbe più così maltrattata da classifiche sulla vivibilità o altro.