Emergenza CORONAVIRUS a San Marco in Lamis, il sindaco chiede pazienza e sacrifici in questa settimana cruciale

Print Friendly, PDF & Email

Sentito telefonicamente poco fa, il primo cittadino fa appello alla cittadinanza a resistere in quello che potrebbe essere il periodo “caldo” per il nostro paese sia dal punto di vista sanitario che logistico.

«Comprendo benissimo i disagi, le difficoltà e i fastidi cui sono sottoposti i sammarchesi da qualche giorno nel fare la spesa solo alla mattina – ci ha detto Merla – ma questo periodo potrebbe presto finire, in quanto, in accordo con i commercianti, già dalla prossima settimana si potrebbe tornare lentamente alla normalità con negozi aperti anche al pomeriggio (si pensa lunedì – mercoledì – sabato dalle 17 alle 19 ndr) oltre che alla mattina. Già per questo sabato – aggiunge – ho disposto l’apertura sia mattutina che pomeridiana dei negozi aperti per Decreto».

«Sono un po’ in apprensione per questa settimana – confessa Merla – motivo per cui vi chiedo un ulteriore sforzo, unito alla pazienza e ai sacrifici sia nell’organizzazione della spesa che soprattutto nel non uscire assolutamente di casa se non per le ben note comprovate esigenze. So e saprete che molte attività si sono ingegnate anche con la consegna a domicilio, per venire ulteriormente incontro ai cittadini».

Poi interrogato sull’aspetto epidemiologico ha aggiunto: «Il dato è fermo da ormai qualche giorno (a 15 contagiati ndr) però voglio essere cauto in quanto sappiamo di alcuni nostri concittadini rientrati giorni addietro da altre zone dell’Italia e anche perché questa potrebbe essere la settimana clou per la nostra città. È il momento di stringerci tutti, facciamo qualche altro sacrificio, qualche altra rinuncia, collaboriamo e osserviamo le regole in modo che tutto ciò a breve potrà essere per noi solo un brutto e lontano ricordo».