Occhio al cielo, sarà “giallo”: arriva la pioggia di sabbia dal deserto

Print Friendly, PDF & Email

Nei prossimi giorni, e in particolar modo tra domenica 19 e martedì 21 Aprile il cielo avrà un colore giallo paglierino e la pioggia sporcherà le nostre automobili. Lo si legge sulle pagine di meteopuglia.org. Il responsabile è lui, lo Scirocco, il “Ghibli” come viene soventemente chiamato. Passando sui deserti dell’Africa solleva grosse quantità di sabbia, anzi, produce autentiche tempeste in grado di azzerare quasi la visibilità. La sabbia, seguendo il circolo delle correnti, viene portata verso la nostra Penisola e non appena vi è una precipitazione, essa viene veicolata al suolo assieme alle gocce.

La famosa” polvere del Sahara”, che quando arriva tutto sporca. Le piogge rosse in passato sono sempre state associate a sventure future, presagi di anni nefasti e addirittura di “ira degli Dei”. Negli ultimi anni, invece, si è scoperto che tale polvere è un ottimo fertilizzante per il terreno. Le piogge rosse che cadono spesso in Italia con lo Scirocco sarebbero quindi un’ottima “risorsa” per i substrati. Fino a che distanza si può spingere la polvere del deserto? Sappiamo per certo che, con una forte sciroccata, è relativamente frequente il fenomeno della neve rossa sulle Alpi. Inoltre sono state trovate tracce di sabbia africana nella pioggia fino alle soglie della città di Parigi. Insomma, si tratta di un fenomeno particolare, che interessa una discreta porzione di territorio.

Le zone più interessate dal FENOMENO saranno quelle del Centro-Sud Italia: Campania, Calabria, Basilicata, Puglia.