San Marco in Lamis, continua instancabile il lavoro di Matteo Nenna nel donare DPI a chi ha bisogno

Print Friendly, PDF & Email

Il giovane volontario sammarchese ci ha scritto nuovamente per (ringraziarci) informarci sugli sviluppi della sua lodevole iniziativa: sviluppare DPI con la stampante 3D e metterli a disposizioni di ospedali, associazioni e attività commerciali.

Salve spettabile Redazione,

vi ringrazio per l’apporto e la visibilità fornitami affinché si portasse a conoscenza e realizzasse il mio intento, quello di far pervenire i circa 200 dispositivi di protezione fin qui realizzati (fascette salva orecchie – quelle di colore arancione nella foto-copertina – visiere protettive e vari oggetti, tutti stampati in 3D) all’RSA di San Marco in Lamis, alla Protezione Civile di San Marco in Lamis, alle attività commerciali di San Marco in Lamis, a medici ed infermieri del DH Oncologico e del DH Ematologico del Poliambulatorio di “Casa Sollievo della Sofferenza”.

Il merito è anche della vostra redazione, che ha reso noto l’iniziativa, e v’informo che continuano a pervenire richieste che mi rendono, nel mio piccolo, utile e collaborativo. Inoltre sono in corso di realizzazione alcuni dispositivi odontoiatrici come il supporto per aspiratore (per uso odontoiatrico) a cui ho voluto aggiungere delle “simpatiche” statuette ad uso decorativo come un T-REX (foto-copertina e foto sottostante).

Grazie ancora e a presto!