Giorno della Memoria, le iniziative della Fondazione Monti Uniti di Foggia

Print Friendly, PDF & Email

La shoah nei dipinti di Nick Petruccelli in mostra a Foggia dal 27 gennaio al 15 febbraio presso la Fondazione dei Monti Uniti di Foggia. 

Come ogni anno, il 27 gennaio, che coincide con il giorno della liberazione del campo di sterminio nazista di Auschwitz nel 1945, si celebra il Giorno della Memoria per ricordare le vittime dell’Olocausto. Quest’anno la Fondazione dei Monti Uniti di Foggia, unitamente alla Fondazione Musicalia, ha voluto partecipare con una propria iniziativa alla ricorrenza per ricordare e mantenere viva l’attenzione su ciò che è stato, affinché non abbia più a ripetersi. E lo fa attraverso lo strumento delle arti, musica e pittura.

Domenica 27 gennaio 2019, infatti, alle ore 10,30, nei locali della Fondazione, in via Arpi 152, a Foggia,  ci sarà un concerto di musiche di John Williams tratte dal film Schindler’s List di Steven Spielberg, affidate all’interpretazione di Laura Aprile (violino) e Nunzio Aprile (pianoforte). Si tratta, come è noto, di melodie che partecipano con immediatezza, in chi ascolta, il dolore, il tormento, l’angoscia dei perseguitati ma anche la loro dignità e speranza.

Il concerto precederà l’inaugurazione della mostra “Immaginare l’orrendo. La Shoah nei dipinti di Nick Petruccelli”. Si tratta di 38 opere, realizzate a partire dal 2005 dall’artista di San Marco in Lamis, dedicate alla Shoah ma anche ad altre follie umane, dure e crudeli, come le Foibe, quasi a voler rimarcare la convinzione che la disumanità può assumere molte forme e anche molti connotati ideologici. Con queste opere, Nick Petruccelli ha allestito periodicamente mostre, in particolare nelle scuole, per sensibilizzare al drammatico tema le nuove generazioni, affinché possano costruire una umanità nuova. Tre delle opere in mostra sono state esposte, il Giorno della Memoria dello scorso anno, presso il Museo della Shoah di Roma, in Via del Portico d’Ottavia 29.

La mostra rimarrà aperta fino al 15 febbraio (tutti i giorni, escluso i festivi) ed è corredata di un opuscolo che riproduce le opere accompagnandole con una ricca antologia critica.