Strepitosa vittoria di Mikalett e del suo corpo di ballo al PalaMazzola di Taranto

Print Friendly, PDF & Email

Ieri sera, al termine di una serata esaltante al PalaMazzola di Taranto –  che ha ospitato le competizioni regionali della Federazione Italiana Danza Sportiva – MSP (Federazione Italiana Sportiva riconosciuta dal CONI) -,  dove si sono esibiti atleti di ogni età in gare di danza a squadre e di coppia, la Scuola di ballo Swing Club del Maestro Mikalett ha ottenuto il primo posto.

Le competizioni si sono svolte dalla prima mattina e sono proseguite sino a tarda sera. Vi hanno partecipato molti atleti provenienti da ogni parte del mezzogiorno.

L’importante riconoscimento è giunto al termine di un ballo dalle coreografie molto seducenti ideate dal maestro su base musicale di un brano dal titolo “ Yo no te pido la luna”, in una brillante versione dance (dai ritmi merengue, samba e cha cha) di una nota canzone italiana del passato in origine interpretata da Fiordaliso, scritto da Zucchero (Non voglio mica la luna).

Il primo posto è stato ottenuto nella sezione Over quaranta in cui gareggiavano una decina di concorrenti. Il ballo della Swing Club è stato giudicato il migliore in base al verdetto espresso da una giuria qualificata.

Questa vittoria meritata è indubbiamente un risultato notevole che premia il talento, la professionalità e la costanza di un gruppo di ragazze molto affiatato, compatto e sodale, che ha saputo costruire negli anni un sodalizio artistico invidiabile, con capacità di competere a qualsiasi livello.

Da Carla Cera a Emanuela Tardio, Carla Giuliani, Rachele Di Carlo,Lucia Villani, Marika Tancredi e Marisa Murgolo, il corpo di ballo voluto e plasmato da Mikalett attraverso un insegnamento costante nel corso degli anni, ha dato finora molte soddisfazioni in termini di risultati. Ma il merito principale di questo risultato va dato a Mikalett per la sua infaticabile, incontenibile passione che lo ha portato a raggiungere vette artistiche importanti. Una passione cominciata oltre venticinque anni fa quasi in sordina e cresciuta negli anni sino a diventare una splendida realtà per il nostro territorio.

Tante felicitazioni da parte della Redazione.

Luigi Ciavarella