Il progetto “Moldaunia” preme e insiste per il referendum

Print Friendly, PDF & Email

Di seguito la missiva integrale inviata dal presidente del progetto/movimento, ing. Gennaro Amodeo, al Prefetto di Foggia, Grassi, e al presidente della provincia, Gatta.

A Sua Ecc. il Prefetto: Dott. Raffaele GRASSI Provincia di FOGGIA

OGGETTO: Richiesta di mediazione istituzionale sul diritto referendario della Daunia

Con la presente lo scrivente: Ing. Gennaro AMODEO, quale Presidente e legale rappresentante del Movimento Popolare Progetto MOLDAUNIA, Vista:

l’Ordinanza del 17/10/2012, emessa dall’Ufficio centrale per il referendum presso la Corte di Cassazione, che legittimava il referendum, per il passaggio dalla regione Emilia – Romagna alla regione Lombardia, richiesto dalla provincia di Piacenza con delibera n. 78 del 24/09/2012;

l’Ordinanza dell’11/10/2012, emessa dall’ Ufficio centrale per il referendum presso la Corte di Cassazione, che legittimava il referendum, per il passaggio dalla regione Piemonte alla regione Lombardia, richiesto dalla provincia del Verbano Cusio-Ossola con delibera n. 11 del 03/05/2018;

Considerato: il continuo boicottaggio politico dell’Amministrazione provinciale di Foggia (a guida: A. PEPE – F. MIGLIO – N. GATTA) contro il referendum richiesto da 16 Comuni della Daunia, con relative delibere, ivi compresa quella del capoluogo: Foggia, in rappresentanza di oltre il 40 % dell’intera popolazione provinciale,

C H I E D E a Sua Ecc. di farsi interprete di questa situazione, non più tollerabile, di prevaricazione antidemocratica nei confronti del diritto costituzionale all’autodeterminazione referendaria della Daunia, obiettivo inseguito dal Movimento MOLDAUNIA da ben 18 anni di impegno politico, convocando presso la Prefettura il Presidente della provincia: Nicola GATTA ed il sottoscritto, in rappresentanza del Movimento MOLDAUNIA, per un confronto diretto al fine di definire positivamente l’annosa questione del referendum. Confidando in un suo sollecito intervento, i più cordiali saluti dal popolo Moldauno.

_________________________

Caro Presidente GATTA

con la presente torno a sollecitare l’incontro precedentemente richiesto, nella speranza di poter disinnescare la manifestazione di protesta pubblica, ventilata dal Comitato Direttivo del Movimento MOLDAUNIA.

Nel frattempo colgo l’occasione per esporle alcune considerazioni personali in merito alle possibili preoccupazioni relative alla spesa referendaria:

1) La spesa del referendum potrebbe essere azzerata qualora venisse abbinato a qualche altra tornata elettorale (prossime elezioni regionali e/o prossimo referendum proposto da Matteo SALVINI sulla riforma del sistema elettorale nazionale).

2) Il costo del referendum, che a mio parere va annoverato non come una spesa passiva, bensì come una spesa di investimento, graverebbe sulla collettività provinciale per circa 1 € / cittadino, somma modestissima, sostenibile anche da una provincia come la nostra.

3) E, se proprio il bilancio della provincia non consentisse questa modestissima spesa, si potrebbe sempre ricorrere all’accensione di un C/C dedicato alle spese referendarie, che troverebbe sicuramente la contribuzione di moltissimi cittadini, a partire da quella dello scrivente.

Nel confermarle la richiesta di incontro, colgo l’occasione per inviarle il Comunicato Stampa relativo all’incontro avuto a Campobasso col Presidente del Consiglio Regionale del Molise: Salvatore MICONE e nel contempo girarle il servizio televisivo fatto da Telemolise sul progetto MOLDAUNIA, visionabile al seguente link: https://youtu.be/mKlH2nxuTxc

In attesa di conoscere la data dell’incontro un cordiale saluto

Ing. Gennaro AMODEO